20 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Aprile 2021 alle 15:55:41

Cronaca

Sventò lo scippo alla sua insegnante, premiato dal questore

Scuola Galilei, altro studente premiato dai Carabinieri


Un momento della cerimonia che si è tenuta nel teatro "A Tamburi Battenti"

Manifestazione finale di premiazione per alunni, famiglie e docenti dell’istituto comprensivo Galileo Galilei di Taranto.
Mercoledì 26 giugno, nella sede del Teatro “A Tamburi Battenti”, si è svolto l’appuntamento che ha visto come protagonisti gli alunni dei tre ordini scolastici dei quattro plessi di Città Vecchia e Tamburi che hanno partecipato ai progetti curriculari ed extracurriculari e che si sono particolarmente distinti per meriti scolastici e non solo. L’appuntamento è stato un’occasione di incontro con le famiglie degli alunni e tutti gli stakeholder della scuola con l’obiettivo di agevolare il confronto e lo scambio tra i sostenitori che, con le concrete azioni di supporto e sostegno dell’offerta formativa, hanno contribuito al migliore successo della crescita personale di ciascun alunno.
Soddisfatto il dirigente Scolastico Vincenzo Tavella. «La nave del nostro Istituto a settembre è partita per una lunga traversata. È stato necessario orientare la rotta nel modo più adeguato, munirsi di tutto ciò che ci serviva per affrontare il viaggio. È stato indispensabile, nel corso di questi mesi, studiare ogni minimo dettaglio, dotarsi degli strumenti necessari per intervenire al meglio. Anche grazie agli stakeholder, con i quali abbiamo tessuto importanti rapporti di collaborazione, abbiamo navigato in mare aperto e sono diventati nostri alleati di viaggio. Mi sento di ringraziare i docenti tutti, gli alunni e le loro famiglie per aver navigato tutti nella stessa direzione».
Alla manifestazione hanno preso parte il questore di Taranto, Giuseppe Bellassai, il vice comandante provinciale dei carabinieri di Taranto, tenente colonnello Roberto Spinola, Cinzia De Benedictis dell’associazione culturale Marco Motolese, Raimondo Musolino, presidente del Circolo Fotografico Il Castello e Giovanni Guarino del Crest.
Il questore Bellassai ha premiato il giovane studente di una terza media che nel marzo scorso aveva sventato lo scippo della borsa ai danni della sua insegnante, mentre il tenente colonnello Spinola ha premiato un alunno dell’ultima classe della scuola media che, studiando da autodidatta, si è appassionato alla musica ed ha superato gli esami di ammissione al liceo musicale Archita.
Premiati anche due alunni con due borse di studio, offerte dall’associazione Marco Motolese, che hanno riportato, al termine di questo anno scolastico, le migliori pagelle dell’intero istituto.
Tutte le autorità presenti hanno messo in evidenza che al centro di ogni azione sociale e didattica ci deve essere la persona, quale punto di riferimento inalienabile. Soltanto insieme si riescono a produrre le migliori azioni nell’interesse della crescita delle giovani generazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche