22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 19:30:09

Cronaca

Carabiniere fuori servizio arresta 3 topi d’appartamento


MARTINA FRANCA – I carabinieri anche quando sono riposo non smettono mai di essere al servizio dei cittadini. E così tre topi d’appartamento di nazionalità georgiana sono stati smascherati grazie all’intuito di un carabiniere del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Taranto, libero dal servizio.

 

Il militare, infatti, si è insospettito nel vedere un ragazzo uscire da un portone di un condominio con fare guardingo. Il militare questa mattina, domenica 27 gennaio, era a Martina Franca quando, a bordo della sua autovettura, stava percorrendo via D’Enghien e ha notato un giovane uscire da un palazzo. Il giovane si stava dirigendo velocemente verso piazza d’Angiò.

 

A questo punto il militare ha contattato la Centrale Operativa della Compagnia di Martina Franca per avere assistenza e, senza farsi notare, lo ha seguito a distanza fino a che, all’altezza dello stadio, lo ha visto entrare in un’auto. Nel frattempo era già giunto un Carabiniere di quartiere che stava operando in zona ed insieme i due militari hanno constatato la presenza di un terzo individuo, forse il palo, mentre entrava anch’egli in quell’auto.

 

I militari a questo punto hanno deciso di bloccare il veicolo, sottoponendo i tre ai controlli di rito. Al termine della perquisizione, in un’intercapedine della canna dello sterzo, sono stati rinvenuti una serie di grimaldelli e strumenti di precisione, di solito utilizzati per aprire le porte degli appartamenti. Rintracciato il proprietario dell’abitazione, questi ha verificato che la porta blindata era stata forzata ed aperta. Ma il furto non era stato consumato, forse perché i ladri sono stati disturbati.

 

Per i tre ladri in trasferta di origine georgiana, Takaze Mamuka  di 29 anni, Rusadze Otar, di  30  e Kechaqmadze Elguja, di 38, uno dei quali domiciliato a Bari e gli altri due senza fissa dimora, si sono spalancate le porte del carcere del capoluogo jonico. Dovranno rispondere di tentato furto aggravato e possesso ingiustificato di arnesi e grimaldelli atti allo scasso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche