05 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Dicembre 2021 alle 06:54:46

Cronaca

Era ai “domiciliari” ma spacciava cocaina


SONY DSC

Era ai “domiciliari” ma spacciava cocaina. Nella rete tesa dai militari della Compagnia Carabinieri di Taranto, è finito Domenico Tomai, di 45 anni.

 

Nonostante fosse sottoposto alla misura degli arresti domiciliari per violazioni in materia di armi ha deciso di detenere in casa della cocaina da destinare al mercato dello spaccio.

 

Durante un controllo dei militari dell’Arma ha mostrato una ingiustificata agitazione. Insospettiti, i carabinieri hanno deciso di perquisire l’abitazione. Non si erano sbagliati. Sono state infatti rinvenute 15 dosi di cocaina, per un peso di 10 grammi, nelle tasche di un paio di pantaloni nascosti in camera da letto.

Tomai risponde di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanza stupefacente. Dopo le formalità di rito l’uomo è stato trasferito nella casa circondariale di largo Magli, a disposizione del sostituto procuratore di turno, Filly Di Tursi. La droga è stata affidata agli esami del L.A.S.S. (Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti) della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Taranto.

 

Nelle 24 ore precedenti sempre i militari della Compagnia di Taranto, diretti dal tenente Pietro Laghezza, avevano fermato un ventiquattrenne durante un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. I carabinieri si erano appostati nei pressi dell’abitazione del giovane che è situata vicino alla Circonvallazione dei Fiori, a Lama, dove nei giorni precedenti era stato notato uno strano andirivieni di giovani. I militari avevano fatto irruzione nella casa del 24enne ed avevano eseguito una perquisizione.

 

Nella camera da letto, in una scatola di scarpe, avevano rinvenuto alcune tavolette di hashish per un peso di 800 grammi. In un boccaccio di vetro c’erano, invece, 100 grammi di marijuana, mentre nel cassetto della scrivania erano custoditi 850 euro in contanti, suddivisi in banconote di piccolo taglio e ritenuti provento dell’attività illecita.

 

Rinvenuti e sequestrati bilancini di precisione e altro materiale per il confezionamento della droga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche