19 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Aprile 2021 alle 07:17:57

Cronaca

Viale Magna Grecia, sala giochi nel mirino di un rapinatore solitario


Ennesima rapina in città. Questa volta a finire nel mirino una sala giochi che è situata in viale Magna Grecia. La scorsa notte un bandito solitario, con il volto coperto e armato di coltello, ha fatto irruzione in un circolo ricreativo e ha minacciato il gestore.

 

“Tira fuori i soldi!” e la vittima ha dovuto consegnare l’incasso ammontante a circa 500 euro. Dopo aver arraffato il bottino il malvivente è fuggito. Non si sa se ci fosse un complice, fuori, ad attenderlo. 

 

Appena il titolare della sala giochi ha dato l’allarme sul posto sono intervenuti i poliziotti della Squadra Volante i quali hanno raccolto i primi elementi che potrebbero essere utili alle indagini. In campo anche gli agenti della Squadra Mobile per indagare sul quarto colpo messo a segno nel capoluogo jonico in meno di una settimana.

Mercoledì scorso i rapinatori avevano preso di mira una farmacia del rione Tamburi, il giorno dopo un distributore di carburanti in via Napoli, sparando, tra l’altro, colpi di pistola in aria per coprirsi la fuga. Sabato sera, invece, era andata decisamente male ad un rapinatore (alla sua prima esperienza) che aveva preso di mira la farmacia di via Plinio.

 

Un ventiduenne tarantino, incensurato e senza lavoro, aveva fatto irruzione nella farmacia e sotto la minaccia di una pistola giocattolo si era fatto consegnare l’incasso. Il giovane, però, durante la fuga era stato bloccato dai farmacisti. Il ragazzo era stato poi arrestato dai poliziotti della Squadra Volante. Recuperati il bottino e l’arma giocattolo.

 

E per finire, sempre sabato sera una rapina in un supermercato di Pulsano. Tre banditi, due dei quali armati di fucile e pistola, avevano fatto irruzione nell’esercizio commerciale e sotto la minaccia delle armi si erano fatto consegnare un bottino di 150 euro. Durante la fuga avevano anche esploso colpi di pistola e fucile in aria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche