06 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 05 Dicembre 2021 alle 06:58:33

Cronaca

Assaltano gioielleria di via Mazzini. Presi a tempo di record


Assaltano una gioielleria di via Mazzini ma finiscono nella trappola tesa dalla Polizia. Stamattina gli agenti della Squadra Volante e del Reparto Prevenzione Crimine hanno arrestato il trentaquattrenne Antonio Marilli, il quarantaduenne Antonio Domo e il quarantenne Luciano Presicci, tutti tarantini. 

 

Intorno alle 8.30 il titolare dell’oreficeria ha aperto la saracinesca dell’esercizio commerciale quando è stato aggredito alle spalle da due malviventi, uno dei quali aveva il volto coperto da passamontagna.

 

Dopo aver costretto il commerciante ad entrare nel negozio i due malfattori sono stati raggiunti da un complice e sotto la minaccia di una pistola hanno intimato alla vittima di aprire la cassaforte.

Alla scena ha assistito un passante che ha subito chiamato la polizia. L’immediato intervento degli equipaggi della Sezione Volante e del Reparto Prevenzione Crimine ha permesso a tempo di record di catturare i rapinatori. Gli agenti, infatti, dopo aver fatto irruzione nella gioielleria hanno ammanettato i tre malviventi i quali non hanno avuto il tempo di reagire. I poliziotti hanno recuperato l’arma, una pistola scacciacani, guanti, passamontagna e borsoni.

 

Hanno poi rinvenuto l’autovettura utilizzata dai rapinatori per raggiungere la gioielleria: una Fiat Punto risultata rubata a Taranto, lo scorso mercoledì.

 

Condotti negli uffici della Questura Marilli, Domo e Presicci sono stati dichiarati in arresto e condotti nella casa circondariale di largo Magli.
L’operazione è stata illustrata, in una conferenza stampa, dalla dirigente della Volante, dottoressa Carla Durante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche