25 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 25 Ottobre 2020 alle 16:22:59

Cronaca

La madre le rifiuta i soldi e le distrugge l’auto


Il pianto disperato di una madre. Dall’altro capo del telefono gli operatori del 112 che raccolgono il grido di dolore della donna alle prese con una figlia minorenno ormai ingestibile.

 

E’ accaduto a San Giorgio Jonico, dove i Carabinieri della locale Stazione di San Giorgio Jonico hanno eseguito  un’ordinanza di applicazione di misura cautelare personale, con collocazione presso comunità educativa per minori, nei confronti di una 17enne accusata di maltrattamenti in famiglia continuati.

 

Dopo la segnalazione della madre, una pattuglia si è recata sul posto e trova una 17enne che aveva appena finito di danneggiare l’auto di famiglia perché non le era stato dato del denaro. Tornata la calma, la madre, seppur tra disperazione e tentennamenti, ma stanca di subire le ire della figlia, ha chiesto di parlare con il Comandante di Stazione e chiedere un supporto all’Arma dei Carabinieri, per tentare di percorrere un’ultima e disperata strada per riprendersi la ragazza, anche perché, a dire della madre, molti dei soldi che pretendeva li spendeva in sostanze stupefacenti, tanto che lei aveva più volte visto la figlia fumare spinelli.

 

Una minore difficile che ha deciso di non andare a scuola, di non rispettare le regole della famiglia e del vivere secondo le norme civiche e che, al rifiuto o all’impossibilità di ricevere soldi, si scaglia contro i suoi familiari od oggetti della casa, distruggendoli.

 

A questo punto, dopo le opportune verifiche, nei confronti della minorenne è scattato il provvedimento: non è stata accompagnata in carcere, bensì in una struttura idonea al recupero dove, lontano da casa e dagli affetti, avrà modo di riflettere su quanto commesso in questi lunghi mesi di angherie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche