Cronaca

Scatta il sequestro nel deposito abusivo di bombole di gpl


SAMSUNG

SAVA – Ben 2.500 chili di gpl sono finiti sotto chiave per opera della Guardia di Finanza. I militari della tendenza di Manduria hanno scoperto un deposito abusivo a Sava.

 

In una struttura alla periferia del paese i militari hanno effettuato i controlli di rito in un esercizio che commercializza gpl dove, dagli accertamenti, è risultato che erano custodite più del doppio delle bombole consentite.

 

Materiale altamente pericoloso che, senza le dovuto attenzioni, può provocare danni ingenti. Una vera e propria bomba che avrebbe potuto esplodere da un momento all’altro. In altre parole i militari delle fiamme gialle hanno accertato l’esistenza di una situazione di pericolo per l’incolumità pubblica perchè in quel deposito mancavano tutte le condizioni di sicurezza previste dalla legge in materia di materiale infiammabile ed esplodente e con un carico così consistente il rischio era quello di esplosione.

I finanzieri hanno quindi posto i sigilli al quantitativo di gpl illegittimamente conservato ed hanno denunciato il responsabile del deposito per il reato di omessa denuncia di dentezione di materie infiammabili.

 

Ancora una operazione mirata alla prevenzione del danno ambientale che i militari delle fiamme gialle stanno eseguendo su tutto il territorio ionico per salvaguardare quelli che sono gli aspetti riguardanti la sicurezza l’incolumità pubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche