13 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Maggio 2021 alle 08:42:20

Cronaca

Abusivismo edilizio, maxi sequestro stamattina al cimitero di Talsano


Sigilli alle cappelle, quelle già costruite e quelle in via di realizzazione, nel nuovo cimitero “Santa Maria Porta del Cielo” di Talsano.

 

Il maxi sequestro è stato eseguito stamattina dai carabinieri della Compagnia di Taranto e della stazione di Talsano, diretti dal tenete Pietro Laghezza. Risultano indagati l’imprenditore che sta realizzando le costruzioni e l’ingegnere responsabile dei lavori.

 

L’operazione è scattata in esecuzione del sequestro preventivo disposto dal gip presso il Tribunale di Taranto, dottor Martino Rosati, su richiesta del sostituto procuratore Maurizio Carbone. Sarà comunque concessa la facoltà d’uso per consentire ai proprietari di rendere visita ai propri cari.

I militari dell’Arma sono arrivati nel nuovo cimitero di Talsano di primo mattino per porre i sigilli a decine di cappelle. Una volta sul posto hanno sequestrato d’iniziativa anche gli edifici in fase di realizzazione. Il Comune di Taranto aveva già ordinato la demolizione di sessantacinque cappelle e di quarantaquattro edicole realizzate di recente dall’impresa edile, ritenendo tali opere non previste dal contratto di concessione a suo tempo stipulato con la Erregiesse srl.

 

Contro l’ordinanza la Erregiesse aveva presentato ricorso al Tar e il Tribunale Regionale Amministrativo aveva sospeso il provvedimento in attesa del giudizio di merito. Stamattina il colpo di scena con il maxi sequestro disposto dal gip. Le indagini coordinate dal pm Carbone sono ancora in corso e per ora hanno consentito solo di accertare reati di abusivismo edilizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche