14 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 14 Maggio 2021 alle 08:15:36

Cronaca

Era ai domiciliari e spaccia droga in casa


SONY DSC

Era costretta in casa in quanto detenuta ai domiciliari. Ecco, allora, che pensa bene di spacciare senza muoversi dal proprio domicilio. Ma la sua attività viene notata dai carabinieri che, al termine di una accurata perquisizione, trovano 5 dosi di eroina.

 

Ma non è finita. Mentre i militari effettuavano la perquisizione, ecco giungere in casa anche il convivente della donna. I militari decidono allora di effettuare una perquisizione pure a casa di quest’ultimo, rinvenendo altri 32,5 grammi di eroina. Per i due si aprono le porte del carcere di Taranto.

 

La vicenda è cominciata nella centrale via D’Alò Alfieri, dove risiede Monia Scarnera, 39enne, già sottoposta al regime degli arresti domiciliari. Durante la perquisizione, ben occultato nel comodino della camera da letto matrimoniale, è stato rinvenuto un involucro in cellophane contenente 1,5 grammi di eroina già suddivisa in cinque dosi.

 

Durante gli accertamenti, giungeva sul posto Vincenzo Tolisano, 43enne e convivente della donna. Nella sua abitazione, sapientemente nascosti sotto un mobile antico, venivano ritrovati 4 involucri di cellophane contenente eroina per il peso complessivo di gr. 32,5.

 

I due, arrestati in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente sono stati condotti presso la locale Casa Circondariale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche