26 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Ottobre 2021 alle 08:56:00

Cronaca

Sgominata setta degli orrori. Il capo è un mago tarantino


TARANTO – Il capo della setta degli orrori è un tarantino. Il mago “Sal”, al secolo Salvatore Maraglino, massafrese di sessantasei anni, è stato arrestato insieme a sei suoi adepti dai poliziotti della Squadra Mobile di Matera. Secondo l’accusa la setta avrebbe promesso ad una decina di vittime guarigioni miracolose in cambio di oro e di soldi. Gli agenti dalla questura materana hanno accertato che le vittime hanno subito per anni minacce e ricatti cedendo al gruppo decine di migliaia di euro per magie e riti voodoo.

Le ordinanze di custodia cautelare sono state emesse dal gip del Tribunale di Potenza, dott.ssa Michela Petrocelli su richiesta del procuratore di Potenza, dott.ssa Laura Triassi e del sostituto, dott.ssa Annagloria Piccininni. Il blitz “Agates” è stato condotto dagli agenti della Squadra Mobile di Matera diretti dal dottor Nicola Fucarino e della Squadra Volante, con a capo la dott.ssa Maria Concetta Piccitto. Agates è il nome dallo “spirito” al quale si rivolgeva il mago “Sal”, capo indiscusso della setta che sarebbe stata operativa da più di cinque anni e che avrebbe coinvolto, in alcuni casi, anche le stesse vittime che col tempo si sono trasformate in adepti. Il proselitismo sarebbe avvenuto col passaparola. Coinvolte persone alle prese con problemi fisici o psichici, delusioni d’amore o gravi malattie. In cambio Maraglino avrebbe preteso fino a ventimila euro e gioielli e sesso in anticipo. Il “la” alle indagini è stato dato da alcune “voci” su messe nere nei pressi del cimitero di Matera, dove gli investigatori avrebbero trovato immagini sacre fuse nella cera. Sarebbe emerso anche il rito voodoo con le bambole trafitte da spilli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche