Ilva

​Ugl: da chiarire il nodo dei lavoratori della centrale ​

Cronaca
Taranto sabato 15 settembre 2018
di La Redazione
Operaio Ilva
Operaio Ilva © Tbs

Terminate le votazioni per l’approvazione sull’ipotesi di accordo sottoscritta al Ministero dello Sviluppo Economico il 6 settembre 2018, tra Ilva in AS, ArcelorMittal, Ugl, Cgil, Cisl, Uil e Usb.

Il Segretario Provinciale Uglm Domenico Gigante e il Segretario Provinciale Uglm con delega Ilva Andrea Ferraioli, definiscono il risultato delle votazioni un importante consenso a seguito di quanto duramente svolto con la Segreteria Nazionale Uglm Antonio Spera, per la vertenza Ilva durante questi lunghissimi mesi. Riteniamo che ArcelorMittal inizierà il suo percorso per quanto illustrato durante la trattativa, sotto l’aspetto ambientale e della sicurezza, di notevole importanza per il proseguo di quanto sottoscritto. Sempre in data 13 settembre, prima delle votazioni per l’eventuale approvazione dell’ipotesi di accord, si è tenuto presso la direzione Ilva S.p.A di Taranto, l’incontro tra ArcelorMittal, la controllata Taranto Energia Srl che prenderà il nome di Arcelor Mittal Italy Energy S.r.l. e le organizzazioni sindacali UglChimici – Filctem - Flaei e Uiltec.Per la Ugl Chimici erano presenti, il segretario nazionale Eliseo Fiorin, il Segretario Territoriale Alessandro Calabrese e le due RSU, Concetta Diponzo e Antonio Rialto.

Nel corso della riunione si è approfondito il contenuto dell’ipotesi di accordo ed è stata definita la struttura retributiva dei lavoratori di Taranto Energia Srl a cui ricordiamo, è stato mantenuto, non con poche difficoltà, il Ccnl Elettrico. A valle dell’incontro si è svolta un’assemblea unitaria con i lavoratori; al termine della stessa si sono svolte le votazioni con un consenso pari al 76,11%. Importante ribadire - aggiunge Calabrese – che l’oramai verbale di accordo, diventato tale dopo l’espletamento delle votazioni, non è il punto di arrivo per la neo ArcelorMittal Italy Energy Srl, ma il punto di partenza, in quanto per le centrali elettriche restano degli aspetti importanti da discutere, coscienti dell’inizio di un nuovo percorso.

Lascia il tuo commento
commenti