16 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Settembre 2021 alle 16:59:00

Cronaca

Perrini: “A Statte su territorio devastato si autorizza ulteriore uso di discarica all’ex-Ilva invece di chiuderla e bonificarla”

Il consigliere regionale di Direzione Italia ha presentato un’interrogazione urgente sulla discarica Mater Gratiae

discarica
discarica

“Ma in un territorio devastato dall’inquinamento, qual è Statte – Comune a ridosso dell’ex-Ilva – si possono concedere ulteriori autorizzazioni di discariche proprio al siderurgico, oggi di proprietà di Arcelor Mittal?

Per questo motivo il consigliere regionale Perrini ha presentato un’interrogazione urgente al presidente Michele Emiliano e all’assessore all’Ambiente, Gianni Stea, per sapere se la Giunta Regionale intende fermare le attività – che prevedono l’impiego di residui della lavorazione dello stabilimento – nella cava di calcare sita in località ‘Mater Gratiae’, chiuderla e bonificare l’area, oppure intende continuare a massacrare ambientalmente il Tarantino.

“Voglio sentire dalla loro voce se ritengono giuste sia la VIA (valutazione di impatto ambientale), che è stata data con parere favorevole del Comune di Statte, sia e le determine regionali che consentiranno l’attività estrattiva per 20 milioni di m/c a, dove saranno conferiti gli scarti di lavorazione a distanza di circa 100 m dal primo centro abitato di Statte. Tenuto conto che tutto questo avviene contravvenendo alla difesa del PUG (Piano Urbanistico Generale) del Comune di Statte e dei pareri contrari, espressi dall’Arpa, a causa del terreno e della falda inquinata da sostanze cancerogene..

“Fa bene Emiliano a scendere al fianco dei giovani del Friday For Future… ma l’Ambiente non si difende solo a parole o perché va di moda. Lo dimostri con i fatti!”

Tutti i dettagli nell’edizione cartacea in edicola domani mattina. Per leggere online a partire dalle 7,00 abbonati al prezzo di 60 euro l’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche