24 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Ottobre 2021 alle 07:05:57

Cronaca

Imprenditore ed evasore. Sequestro per 750mila euro


TARANTO – Ha evaso il Fisco.  La Guardia di Finanza del Comando provinciale ha scovato un imprenditore che opera nel settore dell’impiantistica idraulica che per diversi anni ha omesso di presentare la dichiarazione ai fini delle imposto dirette, dell’Ilva e dell’Irap.
Il classico “furbetto” del Fisco che negli anni compresi tra il 2008 ed il 2012 ha evaso il pagamento delle tasse dovute.

 

La crisi? Macchè aveva beni mobili ed immobili nonchè disponibilità finanziarie.

 

I militari del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Taranto hanno eseguito un controllo sulla documentazione che l’imprenditore conservava e da lì è emerso che negli ultimi quattro anni l’imprenditore non aveva ottemperato alle norme di legge circa il pagamento delle imposte dirette.

 

Le Fiamme Gialle, quindi, hanno eseguito un sequestro preventivo su appartamenti, terreni, automezzi e conti correnti bancari e postali per un totale di circa 750mila euro. La somma è equivalente all’imposta evasa.

La lotta all’evasione fiscale è tra le priorità della Guardia di Finanza che anche nel corso della conferenza stampa tenutasi nelle scorse settimane al Comando regionale l’ha indicata tra le principali linee d’azione per il 2013.

 

L’evasione, come è noto, sottrae risorse alla casse erariali e genera gravi distorsioni di mercato ed iniquità sociale, costituendo un freno allo sviluppo del Paese.

 

Tra gli obiettivi da contrastare la grande evasione, l’economia sommersa, le frodi Iva, l’evasione fiscale internazionale e quella collegata ad altri illeciti economico-finanziari, attraverso attività di intelligence e raccolta di informazioni, in modo da migliorare i processi di individuazione dei contribuenti da sottoporre a controllo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche