L'intervento

​Ospedale S.Cataldo, «Quei soldi non sono abbastanza»​

Le parole del consigliere regionale Renato Perrini

Cronaca
Taranto giovedì 11 ottobre 2018
di La Redazione
Renato Perrini
Renato Perrini © Tbs

Il consigliere regionale Renato Perrini (Direzione Italia) ha parlato del nuovo ospedale di Taranto. “Giallo San Cataldo: nel senso che resta un mistero come la Regione Puglia intenda realizzare il più grande ospedale di Taranto con soldi non sufficienti e senza nessun coordinamento fra le parti istituzionali e sociali del territorio.

E allora il sospetto è che sia un’operazione di facciata è sempre più forte e il rischio che diventi un cantiere infinito più di una previsione. Per questo, visto che la Regione non lo ha fatto, ho chiesto io (attraverso un’audizione) di mettere attorno a un tavolo il presidente Emiliano, l’assessore all’Edilizia Sanitaria Nunziante, il sindaco e il presidente della Provincia di Taranto, Melucci e Tamburrano, il presidente Ance di Taranto, Campagna, e il presidente Invitalia, Tesauro, perché il bando previsto venga analizzato in tutte le sue parti, sia quelle strutturali sia quelle infrastrutturali”.

“Io resto convinto che 161milioni di euro siano insufficienti” dice ancora Perrini “ma dopo aver consultato le istituzioni suddette ho intuito che nessuno di queste è stata coinvolta nelle opere accessorie, strade di collegamento, illuminazione, trasporti etc etc. L’audizione servirà proprio a questo: ad aver un’idea complessiva della realizzazione dell’ospedale San Cataldo... Prima che sia troppo tardi”.

Lascia il tuo commento
commenti