Sanità

I neoassunti dell'Asl

In 178 hanno firmato il contratto a tempo indeterminato

Cronaca
Taranto mercoledì 07 novembre 2018
di La Redazione
I lavoratori firmano i contratti a tempo indeterminato
I lavoratori firmano i contratti a tempo indeterminato © n.c.

Lunedì mattina, nell’auditorium dell’ospedale Moscati, sono stati presentati i 178 lavoratori, prevalentemente infermieri, quasi tutti in servizio, finora utilizzati con continue proroghe a tempo determinato. I neoassunti hanno firmato il contratto a tempo indeterminato, alla presenza del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, del direttore generale Asl Taranto, Stefano Rossi, del direttore sanitario Asl Taranto, Vito Gregorio Colacicco, e del direttore dell’Area Gestione Umane, Loredana Carulli.
Successivamente, il Governatore ha inaugurato il reparto di Pneumologia. Il nuovo Reparto ha 10 posti letto, estendibili a 20 in un prossimo futuro, come previsto dal piano di riordino ospedaliero per le Pneumologie. «Il nuovo Reparto, diretto dal dr. Giancarlo D’Alagni, costituisce un modello innovativo di integrazione tra ospedale e territorio - assicurano dall’Asl. Presso il Reparto, infatti, sono attivi medici ospedalieri e medici territoriali, che lavorano fianco a fianco in funzione di una più efficace presa in carico del paziente e di una più coerente e soddisfacente continuità assistenziale. In altri termini, il progetto prevede la presa in carico del paziente nel suo percorso di cure dall’ospedale fino al domicilio, e ha l’obiettivo di garantire una precoce deospedalizzazione per il malato, con la possibilità di ottimizzare l’utilizzo dei posti letto. L’attivazione dell’Unità Operativa Complessa di Pneumologia, con degenza ospedaliera nel pubblico, rappresenta per la provincia di Taranto un evento epocale, perché finalmente si è fatta giustizia di un diritto negato alla città ed alla provincia, afflitta da un inquinamento ambientale che ha causato un’elevata incidenza delle patologie polmonari croniche infiammatorie, soprattutto oncologiche. Lo sforzo prodotto dalla Regione e dalla Direzione dell’Asl Taranto ha consentito il realizzarsi di questa Struttura, che per la Sanità pubblica nello scenario pugliese rappresentava un gap che adesso viene finalmente colmato».

Lascia il tuo commento
commenti