I CONTROLLI

Camionisti furbetti. La Polizia svela i trucchi

Utilizzavano le carte tachigrafiche di colleghi

Cronaca
Taranto giovedì 08 novembre 2018
di La Redazione
Uno dei camion  controllati dalla Polstrada
Uno dei camion controllati dalla Polstrada © n.c.

Furbetti dell’autotrasporto: giro di vite della Polizia di Stato. Gli agenti della Polizia Stradale di Taranto hanno proceduto a contravvenzionare alcuni camionisti, in quanto utilizzavano abusivamente la carta tachigrafica.In particolare tre conducenti sono stati sanzionati al termine dei controlli dai quali è emerso erano alla guida degli autoarticolati utilizzando abusivamente la carta tachigrafica di un collega di lavoro.

“Questo stratagemma viene utilizzato per favorire la guida di un solo conducente in un tempo superiore a quello normativamente previsto- dice la Polstrada- in questo modo, infatti, si scaricano ore di guida ad un altro autista che di fatto non è presente. Nei confronti di questi camionisti, si è provveduto al ritiro della patente ed all’irrogazione di una sanzione pecuniaria pari a 849, euro, con il sequestro amministrativo della carta tachigrafica del conducente. Questo tipo di attività di controllo da parte degli operatori di Polizia Stradale è necessario al fine di garantire che la guida di veicoli di ragguardevoli dimensioni sia svolta da camionisti in piena efficienza psicofisica. E’ intuibile che questo tipo di “pratica” crea un rischio maggiore per la sicurezza e incolumità sia dei contravventori che dell’utenza in generale”.

Intanto nella mattinata di ieri gli agenti del Commissariato Borgo hanno effettuato in Città Vecchia mirati servizi di controllo ai ciclomotori che spesso circolano privi di assicurazioni e targhe. Numerose sono state le contravvenzioni per le violazioni delle norme contenute del codice stradale, soprattuto per la mancanza della copertura assicurativa e dell’uso del casco.Durante i controlli un uomo a bordo di uno scooter con una vistosa targa di cartone e privo del casco non si è fermato al controllo. Dopo un breve inseguimeto il centauro è stato raggiunto e fermato. Mentre i poliziotti procedevano al controllo dei documenti l’uomo è improvvisamente risalito a bordo del mezzo allontanadosi e lasciando il suo documento d’identità in mano agli agenti. E’ stato denunciato per resisitenza a pubblico ufficiale.

Lascia il tuo commento
commenti