10 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 09 Maggio 2021 alle 22:30:25

Cronaca

Spacciatore a soli sedici anni. Preso con la coca


PALAGIANO – Aveva acquistato droga a Taranto per poi spacciarla a Palagiano.

Un altro minorenne preso dai carabinieri con hashish e cocaina. Ancora un operazione messa a segno dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Massafra nell’ambito dei controlli finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, che dall’inizio dell’anno ha portato già all’arresto di nove persone.

Nella serata di ieri i carabinieri hanno arrestato un 16enne, sorpreso in possesso di un panetto di hashish del peso di quasi cento grammi e di 6 dosi di cocaina. Il giovane, sebbene incensurato, da qualche giorno era sotto osservazione. E’ stato predisposto un mirato servizio durante il quale è stato bloccato a Palagiano, mentre scendeva dal pullman proveniente da Taranto.

I militari dell’Arma avendo il sospetto che il ragazzo detenesse della sostanza stupefacente di cui si era presumibilemente approvvigionato poco prima sul “mercato” del capoluogo, hanno proceduto al suo controllo, successivamente approfondito nella caserma di Palagiano. Nel corso della perquisizione personale il minorenne è stato trovato in possesso della droga che era custodita in una tasca dei pantaloni.

E’ stato dichiarato in arresto per detenzione ai fini di spaccio di stupefacente e condotto presso il Centro di Prima Accoglienza di Taranto, su disposizione del pm della Procura presso il Tribunale per i Minorenni. I baby pusher continuano a crescere e le forze dell’ordine tengono alta la guardia per combattere un fenomeno che vede protagonisti ragazzini disposti a spacciare droga, pur di avere soldi in tasca per comprare capi griffati o “giocattoli” tecnologici.

Nelle ultime settimane già sei i baby spacciatori finiti nella rete delle forze dell’ordine. Il primo è caduto nella trappola durante un blitz alle cosiddette “case parcheggio” mentre cedeva una dose a un acquirente, sporgendosi dall’uscio della porta d’ingresso di una di quelle palazzine. Immobilizzato e perquisito. Addosso aveva dieci dosi di cocaina e altrettante di eroina, già confezionate e pronte per lo smercio. Gli altri presi durante i quotidiani controlli antidroga in città vecchia, o sulla strada per San Giorgio Jonico, dove per poter sfuggire all’arresto ha fratturato un femore ad un carabiniere, e a Ginosa sorpreso mentre spacciava hashish ai suoi coetanei che uscivano da scuola.

E’ stato un cittadino a segnalare la sua presenza mentre contattava gli studenti. Il ragazzo è stato bloccato nei pressi di una fermata del bus ed è stato trovato in possesso di dosi di hashish. Qualche giorno prima erano stati i militari dell’Arma di Maruggio a fermare un altro studente di 15 anni.

Durante mirati controlli attivati per prevenire il consumo di droga tra gli adolescenti avevano messo sotto osservazione uno studente manduriano che bazzicava a Maruggio. Fermato e perquisito era stato trovato in possesso di dosi di marijuana. Non solo disoccupati, quindi, tra le nuove leve dello spaccio. Purtroppo ora si fanno strada anche i ragazzini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche