11 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 11 Maggio 2021 alle 21:25:15

Cronaca

Definitivo Camera a Taranto, Grillo primo partito


Alle 23,35 è arrivato il dato definitivo dello scrutinio per la Camera dei Deputati per Taranto città.

Rispetto all’aggiornamento precedente quando mancava una sola sezione c’è una grande novità: il movimento di Grillo, oltre ad essere il primo partito cittadino, ha anche scavalcato il centrosinistra al secondo posto di coalizione.

Dunque è il centrodestra il primo schieramento a Taranto con 28.790 voti che rappresentano il 28,22 per cento dei voti. Il PdL mette insieme 26.069 voti che si traducono nel 25,55 per cento dei consensi.

Al secondo posto, come detto, Grillo forte dei 28.276 voti che lo portano al 27,71 per cento.

Al terzo posto lo schieramento di centrosinistra con 27.662 voti che significano il 27,11 per cento.

Infine la coalizione di Monti staccatissima all’8,46 per cento.
 

Alle 23 manca una sola sezione allo spoglio della Camera. Il risultato dovrebbe essere ormai consolidato per il primo posto che sarà appannaggio del centrodestra. Definito anche il secondo posto che va a Grillo; terzo il centrosinistra.
Il centrodestra si impone con 28.635 voti, pari al 28,21 per cento. All’interno della coalizione prende tutto il PdL con il 25,55 per cento dei consensi pari a 25.935 voti.

Staccato di circa 500 voti il Movimento 5 Stelle di Grillo che si ferma a 28.159 voti per il 27,74 per cento dei consensi.

Terzo il centrosinistra con il Pd che prende 22.040 voti e si ferma al 21,71 per cento; SeL racimola il 4,31 per cento. Per un totale di coalizione che raggiunge il 27,10 per cento a 600 voti da Grillo.

Monti deve accontentarsi dell’8,45 per cento di coalizione con “Scelta civica” al 6,94 per cento; Udc all’1,13 per cento; Futuro e Libertà allo 0,37 per cento.

Alle 21,50 il dato si riferisce a 171 sezioni su 191. Un dato che è ancora più complesso rispetto a quello del Senato perché le tre forze principali si sono praticamente suddivise equamente l’elettorato tarantino. 

Il centrodestra è in testa d’un soffio con il 28,09 per cento dei voti. A soli duecento voti di distacco c’è il Movimento 5 Stelle di Grillo con il 27,85 per cento. Mentre il centrosinistra è al 27,16 per cento.

I tre raggruppamenti sono seguiti a distanza siderale dal Movimento di Monti che si ferma al 6,92 per cento.

E’ sicuramente un dato che dovrà far rilfettere e che rispecchia più o meno le indicazioni nazionali.

Taranto  Camera sezioni scrutinate 191/191

Stefania Gabriella Anastasia Craxi  0,08%
Riformisti italiani

Antonio Ingroia    6,32%
Rivoluzione Civile

Mario Monti          8,46%
Futuro e Libertà       0,37%
Udc                        1,13%
Lista Monti              6,96%

Oscar Fulvio Giannini  0,39%
Fare per fermare il declino

Giacinto Marco Pannella   0,53%
Lista Amnistia Giustizia e Libertà

Giuseppe Piero Grillo       27,71%
Movimento 5 Stelle

Roberto Fiore                     0,22%
Forza Nuova

Luca Romagnoli                 0,17%
Fiamma Tricolore

Pierluigi Bersani               27,11%
Centro Democratico              1,06%
Sinistra Ecologia e Libertà      4,31%
Partito democratico              21,73%

Adriano Lotito                 0,21%
Alternativa Comunista

Silvio Berlusconi           28,22%     
Moderati in rivoluzione        0,14%  
Intesa popolare                  0,12% 
La Destra – Storace            0,58%
Lega  Nord                         0,04%
Pensionati                          0,42%
Fratelli d’Italia                    1,00%
Grande Sud                       0,33%

Popolo della Libertà            25,55%

Marco Ferrando             0,27%
Partito comunista dei lavoratori

Magdi Cristiano Allam   0,13%
Io Amo L’Italia

Simone Di Stefano         0,12%
Casapound Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche