La novità

​I pasticcini? Da oggi si fanno in carcere​

Nasce il laboratorio di pasticceria “Fieri Potest Pastri Lab”

Cronaca
Taranto venerdì 07 dicembre 2018
di La Redazione
Il carcere di Taranto
Il carcere di Taranto © Tbs

Il carcere si trasforma in... pasticceria. Oggi, venerdì 7 dicembre, verrà infatti inaugurato “Fieri Potest Pastry Lab”, laboratorio di pasticceria artigianale, a cura della “Cooperativa Noi e Voi A.R.L.” in convenzione con la Direzione dell’Istituto.

La realizzazione di questo laboratorio nasce dal progetto “Fieri Potest” (in latino: “È possibile!”), avviato al di fuori della Casa Circondariale con un laboratorio professionalizzante del “Centro Socio Rieducativo Fieri Potest”, voluto da mons. Filippo Santoro, arcivescovo di Taranto, e realizzato con il contributo di Caritas Italiana nell’ambito del Progetto Nazionale “Carcere”. Il “Centro Socio Rieducativo” è nato con lo scopo di offrire formazione e lavoro a persone in esecuzione penale esterna con laboratori culturali e professionalizzanti. Ora la “Cooperativa Noi e Voi”, stimolata da questa positiva esperienza, apre un laboratorio di produzione all’interno dell’Istituto penitenziario, puntando - in linea con la propria mission - a implementare le opportunità di crescita, reintegrazione sociale e lavorativa di chi vive l’esecuzione di una pena tra le mura di un Istituto, e promuovendo la creazione di forme di lavoro “autonome”, economicamente sostenibili e apprezzate per la loro qualità.

L’Amministrazione Penitenziaria, rappresentata dal Direttore dell’Istituto, dott. sa Stefania Baldassari, ha fortemente sostenuto il progetto per queste finalità, anche seguendo le buone prassi quali la “Cooperativa Sociale Giotto” di Padova, cofinanziando, attraverso fondi dedicati della Cassa Ammende, l’acquisto di attrezzature specifiche. Il laboratorio amplia dunque l’offerta lavorativa della popolazione ristretta presso l’Istituto Penitenziario, tenuto conto che saranno impiegati detenuti della cui formazione si è occupata la “Cooperativa Noi e Voi”. All’inaugurazione interverranno la direttrice della Casa Circondariale, Stefania Baldassari, il presidente della “Cooperativa Sociale Noi e Voi”, Antonio Erbante, e don Francesco Mitidieri, cappellano della Casa Circondariale e presidente dell’“Associazione Noi e Voi onlus”.

Lascia il tuo commento
commenti