27 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Ottobre 2021 alle 22:44:00

Cronaca

Si fingeva imprenditore, ma rubava portafogli


Si fingeva imprenditore e rubava portafogli a titolari di studi professionali. “Mani di velluto” ieri è stato arrestato dagli agenti della sezione di Polizia giudiziaria della Squadra Volante.

I poliziotti hanno eseguito una misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal gip, dr.ssa Ingenito, a Giuseppe Panarelli tarantino di quarantotto anni.

L’uomo deve rispondere di furto aggravato e continuato e di sostituzione di persona.Tra la fine del 2012 e l’inizio del 2013, fingendosi imprenditore si presentava negli uffici di noti professionisti di Taranto e provincia e approfittando di un momento di distrazione si impossessava dei loro portafoglio.

Immediatamente dopo il furto, Panarelli utilizzando i bancomat appena rubati, effettuava sia prelievi di contante che acquisti per un ammontare, come poi accertato, di circa 2.000 euro.

Proprio una di queste ultime operazioni, nel corso della quale il 48enne ha acquistato un televisore, un tablet ed una consolle videogiochi, ha consentito agli investigatori della Questura, nelle settimane scorse, di individuare l’autore dei furti.

Dopo averlo denunciato in stato di libertà i poliziotti hanno proseguito le indagini ed al termine di una serie di accertamenti incrociati hanno raccolto tutti gli elementi di colpevolezza nei confronti dell’uomo tali da permettere al giudice delle indagini preliminari di emettere il provvedimento agli arresti domiciliari che, nel pomeriggio di ieri, è stato notificato al quarantottenne tarantino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche