09 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 09 Maggio 2021 alle 18:23:49

Cronaca

Comune, assunzione sospetta


La definisce “ennesima operazione senza trasparenza al comune di Taranto”. E va giù duro, Dante Capriulo, nel nuovo attacco al sindaco Stefàno, per un’assunzione all’ente su cui, per il consigliere d’opposizione, è lecito avere più di un dubbio.

“Deve essere stata una giornata frenetica quella di martedì 26 febbraio al Comune. Perchè mentre i cittadini manifestavano, mediante il voto, la voglia di cambiamento nella battaglia contro la casta ed i privilegi, il sindaco provvedeva ad assumere, nuovamente, con chiamata diretta e senza nessuna trasparente procedura pubblica, una persona al Comune di Taranto assegnandoli una posizione di vertice (cosiddetta categoria D). Chi conosce la macchina amministrativa sa che pensare, istruire ed approvare una delibera di giunta nella stessa giornata (circa 8 ore lavorative) è quasi un record: presentazione del curriculum vitae, espressione del gradimento del sindaco, preparazione della delibera da parte del dirigente delle risorse umane, parere del dirigente risorse finanziarie, convocazione della Giunta Comunale, approvazione delle delibera da parte della stessa Giunta. Miracolo compiuto per assicurarsi i servigi di tale persona, evidentemente ritenuti assolutamente indispensabili per l’amministrazione. Tutto senza nessuna trasparenza”.

Capriulo rende ancor più circostanziato il suo j’accuse: “Eppure così non pare leggendo il curriculum vitae del beneficiato: se è vero che il quasi quarantenne, assunto a chiamata diretta, oltre ad avere un diploma di laurea in fisica, cita quale sua unica esperienza professionale 4 mesi nel 2008 di stage formativo all’Arpa Puglia”. 

“Un po’ poco – aggiunge – per dimostrare professionalità non presenti tra i dipendenti dell’ente per svolgere la stessa funzione, come prevede la legge ed il regolamento comunale. Tra l’altro andrebbero chiarite alcune stranezze dell’atto: nella lettera del sindaco si legge della laurea in una data e nel curriculum in un’altra; altre che preferisco non citare perchè di carattere personale ma che suscitano dubbi sulla reale motivazione. Insomma, per dare nome e cognome a questa operazione, così come la recente nomina di un dirigente a tempo determinato, si tratta dell’ennesima operazione clientelare del sindaco Stefano, che rappresenta uno schiaffo ai tanti, bravi e giovani laureati tarantini che, purtroppo, ogni giorno sono costretti a lasciare la nostra città perchè non trovano occasioni lavorative e non vogliono piegarsi al potente di turno”. 

Quindi, un passaggio squisitamente politico: “Fa inoltre sorridere ed incazzare il sindaco che elogia i ‘grillini’ pur essendo espressione dei partiti che lo hanno dovuto sostenere in blocco alle ultime elezioni comunali per farlo digerire nuovamente a circa 1/4 degli elettori tarantini (il 50% del 50% che si è recato alle urne). Tra l’altro conseguendo meno voti dei partiti che lo sostenevano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche