11 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 11 Maggio 2021 alle 21:25:15

Cronaca

Quasi 9 chili di droga sequestrati. Un tarantino in manette


Nascondeva un ingente quantitativo di droga e una pistola in una casa disabitata e nella macchina.

Nel pomeriggio di ieri i poliziotti della Squadra Mobile hanno arrestato il 26enne Roberto Merico, residente a Monteparano, per detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti e per detenzione illegale di arma da fuoco e munizioni.

Il blitz degli agenti in borghese della Questura tarantina, diretti dal dottor Roberto Giuseppe Pititto, è scattato nella tarda mattinata di ieri al termine di mirate indagini. I poliziotti in trasferta a Monteparano hanno perquisito l’abitazione di Merico, il quale da un pezzo era sospettato di nascondere sostanze stupefacenti.

Durante l’accurato controllo gli agenti della Mobile hanno trovato quello che cercavano. Hanno raggiunto il terrazzo dell’abitazione e all’interno di un locale adiacente, dietro un parapetto, hanno rinvenuto due borse sospette. In una delle due borse c’erano 120 grammi circa di cocaina in polvere e 150 grammi di cocaina ancora in pietra oltre al materiale necessario per il confezionamento delle dosi.

Nell’altra borsa, invece, era stata nascosta una pistola da guerra, marca “Sig Sauer”, completa di caricatore e quarantanove cartucce calibro 9. Considerando che al fabbricato adiacente al terrazzo, dove erano state rinvenute le due borse, si poteva accedere solo ed esclusivamente dall’appartamento di Merico, i poliziotti hanno deciso di fermare il giovane. Mentre il 26enne veniva condotto negli Uffici della Questura, altri agenti della Squadra Mobile sono riusciti a individuare la sua autovettura, una Renault Clio di colore blu, parcheggiata in una strada di Monteparano, al cui interno, nascosti nel portabagagli, hanno rinvenuto cinque grossi involucri contenenti di marijuana per un peso di 5,5 chili e 700 grammi e altri 3 pacchetti sigillati con del nastro da pacchi marrone contenti circa 3 chili e mezzo di hashish.

L’ingente quantitativo di droga e la pistola sono stati sequestrati e il giovane dopo una sosta negli uffici della Questura di via Palatucci è stato trasferito nella vicina casa circondariale, a disposizione del magistrato inquirente. 

Nell’ultimo anno solo nel capoluogo jonico le forze dell’ordine hanno sequestrato oltre cento chili di droga: cocaina, eroina e hashish a fiumi.
Decine gli arrestati, i denunciati a piede libero e i consumatori di sostanze stupefacenti. Il sequestro record, eseguito a luglio, dagli agenti della Squadra Mobile, i quali hanno intercettato un carico di ventisei chilogrammi di eroina pura che sul mercato dello spaccio al dettaglio avrebbero fruttato un milione e quattrocentomila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche