Cronaca

«Soldi all’Amiu? Firmo solo per gli stipendi»


«Se ci saranno impegni precisi da parte dell’Amiu, ritengo che si possa firmare per garantire gli stipendi ai lavoratori, la pulizia della città ed eventuali problemi di pubblica sicurezza».

Risponde così il dirigente Aniello Moccia che dall’1 marzo ha preso in mano le redini del settore Ambiente, dopo la richiesta di aspettativa inoltrata dal dirigente “titolare” Alessandro De Roma. «Salvo imprevisti ricoprirò questo incarico sino al 20 marzo» spiega Moccia.

Ma nel frattempo c’è da gestire il caso relativo ai debiti dell’Amiu. L’azienda che si occupa dell’igiene e del decoro urbano non possiede il Documento Unico di Regolarità Contributiva perché deve versare tra i 16 ed i 18,5 milioni di euro all’Inpdap per i contributi dei lavoratori. A lanciare l’allarme è stato proprio il dirigente De Roma rispondendo ad una richiesta di anticipo, da parte dell’Amiu, dei circa tre milioni di euro che mensilmente il Comune versa all’azienda. A distanza di qualche giorno, però, il dirigente si è messo in aspettativa. Il sindaco ha affidato, temporaneamente, il settore Ambiente a Moccia.

«L’Amiu deve farci capire in che tempi pagherà il debito con l’Inpdap per poi ottenere il Durc. Al momento – spiega Moccia – dall’azienda non abbiamo avuto alcuna comunicazione. Non sappiamo, ufficialmente, se ci sia un accordo con l’Inpdap».

Un “cortocircuito” che, secondo voci che circolavano questa mattina in città, metterebbe a rischio gli stipendi dei lavoratori. Infatti, qualora il Comune non versasse i tre milioni di euro, l’azienda potrebbe non essere nelle condizioni di garantire gli stipendi del prossimo mese. «Se ci sono impegni precisi da parte dell’Amiu ritengo che si possa firmare per anticipare quelle somme e quindi per garantire gli stipendi ai lavoratori, la pulizia della città ed eventuali problemi di pubblica sicurezza».

Salvo slittamenti, l’incarico di Moccia alla direzione Ambiente scadrà mercoledì prossimo, dopodichè rientrerà De Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche