17 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Maggio 2021 alle 17:53:40

Cronaca

Marò, Stefàno scrive al Presidente Indiano


La vicenda dei due marò, uno dei quali tarantino, che ha incrinato i rapporti diplomatici tra Italia e India, continua a tenere banco. Ieri, giovedì 14 marzo, il Sindaco di Taranto, Ippazio Stefàno, ha inviato al Governo della repubblica dell’india, attraverso l’Ambasciatore indiano in Italia, una lettera aperta.

Eccone il testo integrale:

Gentilissimo Presidente, in un momento particolarmente delicato delle relazioni diplomatiche dei nostri due Paesi, in qualità di Sindaco di Taranto, città del fuciliere Massimiliano Latorre, non posso assolutamente tacere.

E’ mio preciso dovere esprimere grande rammarico per quello che sta accadendo e ribadire senza esitazione, la stima mia personale e quella della città che rappresento, per il Popolo Indiano.

Non sono un uomo di legge e non ritengo giusto intervenire in un disguido interpretativo di così grande rilevanza. Nel mio lavoro di medico in alcune capitali europee, ho avuto modo di conoscere ed apprezzare la straordinaria competenza dei colleghi provenienti dal Vs glorioso Paese.

In ogni campo del vivere civile l’amicizia dei nostri popoli è stata proficua, sincera e leale. In recenti convegni di Storia Patria, tenutisi nella mia città, è stato evidenziato il ruolo determinante a favore della nostra Liberazione dei giovani indiani nell’ultima guerra mondiale. Fidando in tutto ciò, che non può e non deve essere dimenticato, l’intera città che rappresento rinnova la sua disponibilità ad accogliere i figli degli sfortunati pescatori per soggiorni di studio.

Nella certezza che tutto si chiarirà nel migliore dei modi e che risolta la controversia dalla saggezza e dalla disponibilità dei due governi, le relazioni diplomatiche riprenderanno nel migliore dei modi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche