26 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Ottobre 2021 alle 08:56:00

Cronaca

E’ morto il ladro di liquore inciampato sui vetri


Non ce l’ha fatta il quarantaquattrenne tarantino G.G., finito in rianimazione dopo essersi tagliato con i cocci di una bottiglia di liquore che aveva appena rubato in un supermercato.

L’uomo è deceduto dopo quasi un giorno di agonia. Il suo cuore ha cessato di battere stamattina, dopo le sette, nell’ospedale “SS. Annunziata”.
La tragedia si è consumata nella tarda mattinata di ieri, in via Cesare Battisti.

Il 44enne ha rubato bottiglie di liquore in un supermarket ma mentre tentava di allontanarsi dalla zona è caduto e la bottiglia che aveva nascosto nei pantaloni si è rotta e i cocci gli hanno reciso l’arteria femorale. Il malcapitato si è rialzato ha continuato a correre sul marciapiede per una cinquantina di metri ma la grave emorragia gli ha fatto perdere i sensi e si è accasciato. Alla drammatica sequenza hanno assistito decine di passanti che all’ora di punta si trovavano in via Cesare Battisti.

“Correte, c’è un uomo per terra, in una pozza di sangue”. Sul posto sono intervenuti i soccorritori del 118 i quali hanno subito accertato che l’uomo era in condizioni gravissime. Dissanguamento e arresto cardiaco. L’equipe medica del 118 dopo oltre mezz’ora di intervento è riuscito a rianimarlo. Il ferito è stato immediatamente trasportato all’ospedale “SS. Annunziata” e affidato alle cure dei medici del reparto di rianimazione. E’ stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico e a trasfusioni di sangue ma, purtroppo, è deceduto nella prima mattinata di oggi. In via Cesare Battisti sono intervenuti anche i Carabinieri e la Polizia i quali con l’aiuto dei testimoni hanno ricostruito la dinamica del terribile episodio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche