17 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Ottobre 2021 alle 00:33:00

Cronaca

La Domenica delle Palme senza le gare


Sarà un giorno delle Palme diverso dagli altri. Diverso, almeno, da quello che i tarantini sono abituati a vivere da due secoli. Domani non ci saranno le gare per l’aggiudicazione dei simboli delle processioni della Settimana Santa.

Su disposizione del vescovo, le confraternite dell’Addolorata e del Carmine le hanno già fatte sabato scorso, anticipando l’appuntamento.

“Iniziamo con questo passo – ha spiegato mons Santoro – dal preservare il giorno delle Palme, giorno dell’ingresso di Gesù in Gerusalemme, domenica della Passione del Signore, giorno per eccellenza dedicato alla famiglia, da qualsiasi distrazione che possa turbare la sobrietà e l’inizio più intenso della Settimana Santa”. E così è stato.

I confratelli, riuniti una settimana fa nelle assemblee per l’aggiudicazione di statue e poste delle processioni del Giovedì e del Venerdì Santo, se lo sono detti apertamente: per loro è stato quello il giorno delle Palme, secondo una tradizione tramandata di padre in figlio. Domani, nelle chiese, si celebra la liturgia della benedizione delle Palme. In centro, si vivrà l’atmosfera dei Riti con le marce funebri: come ogni anno, la Grande Orchestra di Fiati Santa Cecilia, partendo alle 11 da piazza Maria Immacolata, sfilerà in uniforme storica per via D’Aquino fino a piazza della Vittoria dove eseguirà il Concerto “delle Palme”.

Diverse le processioni con le Palme organizzate dalle chiese nei quartieri. Tra queste, quella organizzata, ai Tamburi, dalla parrocchia Gesù Divin Lavoratore; in zona Tre Carrare dal Cuore Immacolato di Maria e da San Giovanni Bosco, e, al rione Italia, dalla parrocchia Maria SS Addolorata. Ma le Palme sono anche banchetti per strada per vendere ramoscelli d’ulivo e composizioni augurali.

Quest’anno il Comune ha annunciato una lotta senza quartiere agli abusivi. Ma i venditori ambulanti sembrano aver deciso di giocare d’anticipo: stamattina c’erano già diversi banchetti agli angoli delle strade. Intanto, con la Settimana Santa praticamente alle porte, le confraternite preparano le processioni. Lunedì e martedì alla chiesa del Carmine c’è la prova delle sdanghe per i portatori delle statue e delle forcelle divisi in due gruppi. Mercoledì invece c’è la riunione di tutti i ‘perdoni’ che prenderanno parte alla processione dei Misteri per organizzare il corteo processionale e ricordare le regole da seguire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche