14 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Maggio 2021 alle 18:30:05

Cronaca

Furti, blitz dei carabinieri: 6 arresti


Raffica di furti: c’è la risposta dei carabinieri. Sei arresti in poche ore.

I militari della stazione di Lizzano, diretti dal maresciallo Casimiro Di Fiore, hanno fermato, per furto di rame, Gaetano Motolese, di 29 anni, Antonio Monaco, di 24, entrambi di Lizzano e Ciro Narducci, 44enne di Taranto.

Nel corso di controlli eseguiti nelle zone periferiche di Lizzano i militari hanno notato dei movimenti sospetti nei pressi di un traliccio dell’alta tensione di proprietà dell’Enel. Hanno sorpreso il terzetto mentre tagliava cavi elettrici. I tre erano già riusciti a impossessarsi di 700 metri di cavi, per un peso di circa 1300 chili. Motolese, Monaco e Narducci sono finiti agli arresti domiciliari, su disposizione del pm di turno. I danni riportati dall’impianto elettrico hanno causato l’interruzione del servizio di illuminazione in alcune abitazioni situate nella periferia di Lizzano, che è stata subito ripristinato dai tecnici dell’Enel.Altri arresti per furto eseguiti dai carabinieri della stazione di Avetrana, agli ordini del maresciallo Fabrizio Viva.

Sempre la scorsa notte i militari dell’Arma hanno seguito un’autovettura sospetta che si aggirava per le vie del paese, con quattro giovani a bordo.

La macchina è stata bloccata e perquisita. Nell’abitacolo era stato nascosto un televisore LCD marca Samsung che poco prima, era stato rubato in un’abitazione situata alla periferia di Avetrana. I quattro giovani sono stati condotti in caserma e dichiarati in arresto. Si tratta di Lorenzo ed Elisiano Cosma, rispettivamente di ventiquattro e ventuno anni, di Mario Conte, vent’anni, tutti residenti ad Avetrana e di P.A., incensurato di Torre Santa Susanna. Tutti sono finiti agli arresti domiciliari, su disposizione del magistrato di turno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche