13 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Maggio 2021 alle 18:30:05

Cronaca

Mitra e munizioni a casa della nonnina


????????????????????????????????????

TARANTO – Nella cucina di una nonnina del rione Tamburi erano stati nascosti un kalashnikov, il mitra più pericoloso in circolazione, e centinaia di proiettili. Il micidiale fucile mitragliatore è stato sequestrato nel corso di un blitz condotto dai poliziotti della Squadra Mobile in un appartamento situato in via Mar Piccolo.

Durante una accurata perquisizione gli agenti in borghese della Questura, diretti dal dottor Roberto Giuseppe Pititto, nel tramezzo della cucina hanno rinvenuto un mitra kalashnikov, munito di caricatore e completo di cartucce e 436 munizioni di vario calibro per pistola e fucile. Nell’appartamento del rione Tamburi abita una donna di 83 anni, che è stata segnalata all’autorità giudiziaria.

Dopo l’inquietante rinvenimento gli agenti della Squadra Mobile stanno indagando a tutto campo per identificare chi avesse la disponibilità del mitra che, notoriamente, viene spesso utilizzato dalla criminalità organizzata poiché è facilmente reperibile sul mercato clandestino come “residuato bellico” dei vari conflitti scoppiati nell’Europa dell’Est.

Il kalashikov, che è ritenuto il mitra più letale in circolazione, viene anche utilizzato dai commando che assaltano i furgoni portavalori. L’arma sarà sottoposta a perizia balistica per accertare se sia stata usata nelle ultime incursioni compiute nel Barese e nel Brindisino.

E’ stato accertato che nel mondo non meno di cinquanta eserciti regolari lo adottino come arma d’ordinanza e che ne siano stati prodotti più di 100 milioni di esemplari. E, pare, che nel 2012 le esportazioni del celebre mitragliatore russo siano volate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche