24 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Ottobre 2021 alle 07:05:57

Cronaca

Processo Scarface, camera di consiglio


Processo Scarface: giudici in camera di consiglio e sentenza attesa per domani. Trentaquattro condanne per oltre duecento anni e tredici assoluzioni è la richiesta formulata ametà febbraio del pm antimafia Alessio Coccioli. 

Una condanna a 18 anni di reclusione, è stata chiesta per il presunto boss Giuseppe Florio, 16 anni per Vincenzo Romano, 14 anni per Michele Cicala, 13 anni per Massimiliano Gargiulo, Carmelo Savino, Cristiano Ottomano, Giuseppe Scarciglia; 12 anni per Nicola Pedone, 11 anni per Salvatore De Vincentis; 9 anni per Luigi Maiorino e Cosimo Cicala, 7 anni per Marco Cioffi ed Alfonso Sansone e condanne dai sei anni a quattro mesi per gli altri imputati. E’ il conto salato presentato al termine di sei anni diì indagini (il blitz del 2008 portò all’arresto di circa cinquanta persone) sul presunto clan.

L’organizzazione secondo l’accusa avrebbe avuto interessi in diversi settori criminali, dalle truffe ai danni di società finanziarie e banche, al traffico di armi e droga, alle estorsioni, alle rapine.

Un gruppo che avrebbe rappresentato la nuova mala tarantina e che, stando a quanto emerso dalle indagini svolte dalla Squadra Mobile coordinata dalla Procura Antimafia di Lecce, si sarebbe avvalsa della complicità di insospettabili che, a seconda delle funzioni e dei ruoli rivestiti, avrebbero agevolato le pratiche finalizzate alla concessione dei finanziamenti. Sedici degli accusati sono già stati condannati con rito abbreviato. 

Nei loro confronti, il gup del Tribunale di Lecce ha emesso sentenze che vanno dai due ai sette anni di reclusione. I sedici imputati successivamente sono stati giudicati anche dalla Corte d’Appello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche