22 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Ottobre 2021 alle 21:54:00

Cronaca

I saggi di Stefàno per sbloccare Amiu e Amat


Subito dopo le elezioni politiche ci eravamo trovati al cospetto di un Sindaco “grillino” che attaccava sprechi e privilegi. Ora, invece, sembra che il camaleontico Stefàno, in linea diretta con Roma, abbia preso spunto dal Presidente Napolitano (impelagato con altre e ben più importanti matasse da sbrogliare) per sbloccare l’impasse di Amat, Amiu e non solo, nominando dei “saggi”. 

A margine della conferenza stampa di ieri pomeriggio, nel corso della quale il sindaco ha presentato i due nuovi assessori “tecnici” (l’avv. Giorgia Strippoli Pubblica Istruzione, Università e Beni Culturali; l’ing. Alessandro Spinelli, assente ieri, per Patrimonio, Mobilità e Centro Storico, ndr) si è tenuto un vertice di maggioranza durante il quale Stefàno ha affidato nuovi incarichi “extra Giunta” a consiglieri comunali, sulla falsa riga di quanto avvenuto per Cosimo Gigante (Turismo).

Ma la notizia più rilevante è senza dubbio la creazione di tre commissioni per Amiu, Amat e Infrataras. Ogni commissione sarà composta da tre consiglieri.

Ecco i “saggi” nominati dal primo cittadino. Amiu: Salvatore Brisci (Udc), Emanuele Di Todaro (Pd), Piero Bitetti (Pd). Amat: Ernesto D’Eri (Idv), Davide Nistri (Sds), Mimmo Cotugno (Pd). Infrataras: Giovanni Guttagliere (Costruire Politica), Alfredo Spalluto (Sds), Francesco Di Giovanni (Sel).

Questi i nove consiglieri comunali che avranno il compito di fare chiarezza nelle partecipate del Comune e, nel contempo, avanzare proposte per evitare che alcune situazioni, soprattutto quelle riguardanti l’Amiu e l‘Amat, precipitino causando la paralisi dei servizi di pulizia e trasporto in città.

Ma Stefàno ha anche stabilito ulteriori incarichi fuori Giunta, in alcuni casi sono state avanzate richieste dai partiti che il sindaco starebbe valutando. Il capogruppo degli Sds Alfredo Spalluto sarebbe pronto per la delega al Porto; Davide Nistri (Sds) Affari Generali e Appalti e Contratti; il consigliere di Sinistra Ecologia e Libertà Francesco Di Giovanni è stato scelto per occuparsi (come peraltro faceva da tempo) del Palazzo degli Uffici; per il Personale sarebbe pronto Michele De Martino. Stefàno avrebbe anche espresso l’intenzione di collocare alla presidenza della commissione Attività Produttive Filippo Illiano (Sds) che lascerebbe a Mimmo Cotugno la presidenza della commissione Ambiente. Resta una ipotesi invece l’ingresso di Valerio Lessa (Udc). Nel caso in cui, fra sei mesi, si creasse la commissione straordinaria sarebbe presieduta da Gianni Liviano. In quel caso, alla presidenza della commissione Servizi andrebbe Lessa.

Ad ogni modo domani, nel corso del Consiglio comunale, tra i punti in discussione nell’ordine del giorno ci sarà anche quello riguardante il “nuovo assetto delle commissioni consiliari”. In pratica una sorta di ratifica di quanto stabilito ieri nel corso del vertice di maggioranza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche