25 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Ottobre 2021 alle 07:36:32

Cronaca

Estorsione, 2 arresti e 3 denunce


Gli Agenti della Squadra Mobile hanno eseguito nella mattinata di ieri, su disposizione della Procura Distrettuale Antimafia di Bari, due arresti nei confronti del cittadino iraniano Seyed Rahin Banshioeib di 58 anni e del 55enne barese Gaetano Mantovano ritenuti responsabili a vario titolo di estorsione e truffa in concorso tra loro.

Nell’ambito della stessa operazione sono stati anche denunciati in stato di libertà, per gli stessi reati, altri due uomini originari della provincia barese ed una donna tarantina di anni 47 residente nel comune di Pulsano.

Quest’ultime due ordinanze di custodia cautelare seguono a distanza di alcuni mesi un’altro provvedimento emesso dal Tribunale di Taranto sempre nei confronti del cittadino iraniano che, come si ricorderà fu ritenuto l’autore, insieme ad un altro complice sempre di origine barese, di una alcune truffe nei confronti di imprenditori tarantini per svariate migliaia di euro.

Le ultime indagini degli investigatori della Squadra Mobile jonica, hanno permesso di accertare che nell’aprile dello scorso anno, i due arrestati inducevano una imprenditrice della provincia barese, attraverso raggiri ed artifici, ad accettare la somma di 100.000 euro in assegni, poi risultati scoperti, facendole firmare una scrittura privata nella quale la stessa si impegnava a versare 20 rate dell’importo di 5.000 euro.

Successivamente, come accertato dagli investigatori, i due uomini minacciando fisicamente la donna la costringevano anche a restituire gli assegni ottenuti pur obbligandola a versare le somme dovute. L’azione dei due estorsori, si era anche spinta a bloccare fisicamente l‘imprenditrice nella sua azienda fin quando la stessa non avesse acconsentito alle loro richieste.

Pertanto ieri su disposizione del Gip del Tribunale di Bari Michele Parisi, gli uomini della Squadra Mobile di Taranto hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Seyed Rahin Banshioeib già detenuto agli arresti domiciliari per i reati sopradescritti.

I poliziotti hanno provveduto ad eseguire l’ordinanza anche nei confronti dell’altro arrestato, Gaetano Mantovano, per il quale sono  stati disposti gli arresti domiciliari.

Seyed Rahin Banshioeib, ritenuto dalle Forze dell’Ordine vicino agli ambienti malavitosi della zona di Talsano-Tramontone , fu anche oggetto la scorsa estate di un attentato, nel quale furono esplosi numerosi colpi d’arma da fuoco verso il chiosco di bibite da lui gestito. Attentato che precedette di poche ore l’omicidio Nibbio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche