26 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Ottobre 2021 alle 08:56:00

Cronaca

Provincia inagibile. Vigili del Fuoco in Consiglio


«Le problematiche investono in particolar modo i saloni della Provincia (Salone di Rappresentanza, Salone degli Stemmi e Sala Riunioni) che abitualmente ospitano personale esterno all’Amministrazione. Pertanto, in attesa degli interventi strutturali e del rilascio delle prescritte autorizzazioni, le suddette sale non potranno essere più concesse in uso a soggetti esterni».

Così recita una nota, protocollata lo scorso 25 gennaio, firmata dal capo di gabinetto della Provincia Stefano Semeraro, ed inviata alla Prefettura, al presidente Florido, agli assessori ed ai consiglieri provinciali: I “saloni” della Provincia sono inagibili. A stabilirlo è stata una dettagliata relazione del responsabile della sicurezza. «L’utilizzo delle sale è da condizionarsi all’adeguamento ed al successivo rilascio delle autorizzazioni correlate, in mancanza delle quali si esporrebbe l’Ente ed il suo legale rappresentante, oltre che i dirigenti – datori di lavoro, alla segnalazione all’Autorità competente, con l’applicazione di tutte le sanzioni penali ed amministrative previste per legge».

I lavori di adeguamento dei locali, secondo quanto scrive il dirigente della Provincia Semeraro «necessitano di uno stanziamento di circa 400mila euro».

Il problema è che di soldi, in via Anfiteatro, ne circolano ben pochi. Secondo quanto ci risulta, infatti, i lavori di messa a norma non sarebbero neanche partiti. A quasi quattro mesi di distanza dall’allarme lanciato dal responsabile della sicurezza, per giovedì 18 aprile è stato convocato il Consiglio provinciale. La riunione della massima assise provinciale, ormai da anni, si tiene nel Salone degli Stemmi. Uno degli spazi che rientra tra quelli giudicati inagibili. Una seduta importante anche perché il consiglio provinciale sarà chiamato a discutere ed approvare il Regolamento per il controllo interno grazie al quale saranno effettuati controlli a campione su un minimo del 10% di tutti gli atti dirigenziali e di giunta provinciale. Norme anticorruzione presentate nei giorni scorsi dal presidente Florido in persona. Ma dove si terrà il Consiglio? A fugare ogni dubbio è il presidente dell’assise provinciale Giuseppe Tarantino.

«Abbiamo ascoltato il parere del funzionario incaricato. Occorrono misure precauzionali. Il Consiglio si potrà tenere ugualmente nel Salone degli Stemmi ma con la presenza dei Vigili del Fuoco». Le tute arancioni, dunque, saranno chiamate a garantire la sicurezza durante la seduta. Ma al presidente del Consiglio abbiamo anche chiesto a che punto siano i lavori per la messa a norma dei saloni della Provincia. «Siamo in fase di studio degli interventi da adottare, successivamente si passerà all’esecuzione dei lavori». Tradotto in soldini: i lavori sono in alto mare anche perchè i 400mila euro necessari per la realizzazione delle opere pare siano troppi per le casse esangui della Provincia. Quindi, per tamponare l’emergenza, saranno chiamati i Vigili del Fuoco.

Un intervento straordinario che però rischia di trasformarsi in ordinario visto che, come ha spiegato il presidente del Consiglio Giuseppe Tarantino, “siamo in fase di studio degli interventi da adottare”. Nel frattempo, a fare da contraltare alla pessima figura rimediata dalla Provincia, c’è la richiesta che Giovanni Brigante, consigliere provinciale di Ambiente e Lavoro, sarebbe pronto ad inoltrare per ottenere una diretta streaming del Consiglio di giovedì 18. Una seduta che si preannuncia movimentata anche per le probabili proteste dei lavoratori del “protocollo informatico” e di Isolaverde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche