26 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Ottobre 2021 alle 11:30:17

Cronaca

Taranto in marcia per i marò: “Sono un esempio”


TARANTO – Il punto di ritrovo è davanti all’Arsenale. E’ da lì che alle 17.45 parte la manifestazione di solidarietà nei confronti dei Fucilieri di Marina, trattenuti in India dal Governo locale.

Taranto marcia per le vie del centro – destinazione corso due Mari – in segno di vicinanza ai due marò, per il tarantino Massimiliano Latorre e per il suo collega Salvatore Girone.

Dopo la fiaccolata a marzo del 2012, oggi è la volta dell’iniziativa dell’Unsi – Unione Nazionale Sottufficiali – di Taranto. Il presidente, Antonio Ciavarelli, spiega: «la manifestazione di oggi con ritrovo alle ore 17.45 circa parte dalla zona antistante l’Arsenale percorrendo via Di Palma, via d’Aquino corso due Mari e concludersi davanti al monumento al marinaio al tramonto (19.15 circa), dove si assisterà alla cerimonia dell’ammaina bandiera che si svolge quotidianamente dal torrione del Castello Aragonese».

Lo scopo? «Esprimere sentimenti di vicinanza ai due colleghi e alle loro famiglie». Ma non solo. «Si vogliono anche stimolare le Istituzioni, dopo le imbarazzanti vicende politiche sul caso. L’atteggiamento dei membri del Governo (così come espresso dal Capo di Stato Maggiore della Difesa), ha fatto assumere a questa triste vicenda le caratteristiche di una “farsa”. Lo stesso Parlamento non ha accolto l’appello dei due colleghi di superare gli interessi di parte, e di unirsi tutti al fine di trovare una soluzione per un rientro definitivo in Patria. In questo contesto, viceversa, i colleghi rappresentano un esempio per tutti gli italiani. La fierezza e l’alto senso di responsabilità con il quale i due stanno affrontando questa difficile condizione, sono tratti di una dignità tutta italiana derivante dalla cultura più che bi-millenaria da cui discendiamo, ben scolpita nella nostra Costituzione, indispensabile riferimento per tutti i militari e tutti gli italiani».

L’appello alla partecipazione è rivolto in particolar modo ai rappresentanti degli enti locali: sposando l’iniziativa del Co.Ce.R. Interforze, l’Unsi chiede ai tarantini di sventolare bandiere tricolore, tenendole esposte fuori dalle finestre e dai balconi. Tante le adesioni all’iniziativa alla quale parteciperanno militari e poliziotti attraverso associazioni e sindacati. Consensi anche dagli enti locali. Condividono l’iniziativa l’A.N.M.I. (Associazione Nazionale Marinai d’Italia) di Taranto Siulp, Sap, Siap, Consap, Coisp, Uil (sindacati della Polizia di Stato), il Sappe (Sindacato Autonomo della Polizia Penitenziaria) di Taranto, S.A.P.A.F (Sindacato Autonomo Polizia Ambientale Forestale), il Conapo (Vigili del fuoco), l’Asso.di.pro., la A.s.d. Delfini Jonici. Ci sarà anche l’on. Gianfranco Chiarelli che porterà il suo saluto ai partecipanti alla marcia organizzata in favore dei due marò trattenuti in India. Recentemente il parlamentare tarantino ha presentato un’interrogazione a risposta scritta al ministro Terzi prima delle sue dimissioni dal dicastero agli Esteri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche