17 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Ottobre 2021 alle 19:48:00

Cronaca

Cani tra sporcizia e degrado, il blitz dei Nas


GROTTAGLIE – Cani detenuti negli spazi comuni fuori dai box o recinti, con condizioni igieniche precarie. L’immobile destinato al presidio medico veterinario in forte stato di degrado ed in pessime condizioni strutturali, con presenza di muffe ed umidità. E’ questa la situazione del canile di Grottaglie, in via Oberdan, affidato dal comune ad una associazione di volontariato, accertata dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale e del NAS di Taranto.

I militari, insieme al personale del Nucleo Investigativo del Corpo Forestale dello Stato di Taranto, coadiuvati dal Servizio Veterinario della Asl di Taranto, hanno proceduto giovedì al controllo del canile di Grottaglie.

Nel canile sono presenti oltre 500 cani. Molti animali sono risultati affetti da patologie, quali leishmaniosi, rogna, ecc., e pertanto è stato richiesto l’intervento di personale del servizio veterinario della ASL di Grottaglie. A conclusione dell’ispezione sono state ritirate le autorizzazioni per la gestione del canile che i Carabinieri ed il Corpo Forestale di Taranto hanno sequestrato, concedendone la facoltà d’uso al solo fine di garantire la cura e la custodia dei cani, in attesa di eventuali determinazioni dell’Autorità Giudiziaria. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche