26 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 26 Novembre 2020 alle 06:40:39

Cronaca

Cyberbullismo, ecco i pericoli della rete


Il fenomeno del cyberbullismo al centro di incontri che i carabinieri stanno tenendo nelle scuole tarantine. In un forum, che si è tenuto nell’aula magna dell’Istituto Comprensivo “R. Leone” di Marina di Ginosa, l’intervento del comandante della Compagnia di Castellaneta, capitano Ennio Maglie.

L’ufficiale dell’Arma ha parlato del ruolo dei social networks, della normativa di riferimento e il loro uso da parte dei bambini e degli adolescenti. Seguito con molto interesse il suo excursus sull’uso inappropriato di internet e dei rischi che si corrono.

Sono stati molto apprezzati i suggerimenti forniti ai ragazzi per difendersi da eventuali pericoli di cyberbullismo, truffe, spam, in cui si può incorrere usando la rete senza controllo. E’ emerso l’aspetto importante che le forze dell’ordine non hanno semplicemente un ruolo repressivo, ma sono sempre dalla parte del cittadino, per difenderlo. Nel corso della conferenza si è parlato anche di problematiche psico-socio-sanitarie nell’età della crescita.

Il forum promosso dall’Istituto Comprensivo “R. Leone” in collaborazione con il Consultorio Familiare di Ginosa, ha visto come relatori anche il dott. Cosimo Marzìa, psicologo, l’avvocato Lucia Cassano e Rosanna Costella, assistente sociale. Coordinatore dell’incontro è stato il dirigente scolastico, dott.Vincenzo Calabrese.

Una iniziativa che è stata ben accolta da genitori e docenti i quali hanno seguito con molto interesse gli interventi dei vari esperti. L’incontro, In linea con le ultime direttive dell’Ufficio Scolastico Regionale che sollecitano il coinvolgimento di tutti gli attori del processo educativo (famiglie, enti locali, consultori, forze dell’ordine) è servito a consolidare il “Patto di corresponsabilità” che la scuola stipula con le famiglie, per il benessere degli alunni. Come ha ribadito il dirigente scolastico Vincenzo Calabrese nell’introduzione alle relazioni, la partnership educativa tra scuola e famiglia è basilare per promuovere i valori utili alla crescita degli alunni.

L’assistente sociale Rosanna Costella ha presentato la costituzione del Consultorio, qualificato come importante servizio sociale –sanitario della ASL.e che ha come compiti la consulenza e l’assistenza (psicologica, medica, legale, sociale) in tutte le problematiche relative alle famiglie.
Il dott. Marzìa ha affermato che è fondamentale che i servizi sociali si aprano al territorio e che gli operatori collaborino con i docenti all’interno delle scuole.

In un’epoca in cui si va perdendo l’autorevolezza delle figure parentali, a causa di una diversa struttura familiare, spesso è delegato alla scuola gran parte del ruolo educativo, per questo la scuola deve essere supportata da operatori socio-psicologici. Ha concluso la serie di interventi l’avvocato Cassano, legale del Consultorio, che, tra l’altro, ha messo in evidenza come sia importante l’affido condiviso dei figli, in caso di controversie tra coniugi, perché entrambi i genitori hanno uguale responsabilità e doveri nei confronti dei figli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche