22 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2020 alle 06:45:31

Cronaca

Lettera di un Sindaco e di un giovane amministratore al Presidente Emiliano

Franco Lupoli e Antonio Basta, amministratori di Pulsano: "Salviamo il nostro territorio"


“Al Presidente della Regione Puglia Dott. Michele Emiliano

Caro Presidente Emiliano comprendiamo e condividiamo l’entusiasmo di estendere l’invito a tutte le Regioni nel trascorre le vacanze Estive in Puglia, ma con quali prospettive? Con quali controlli? Con quali sicurezze?
Non siamo i soli, caro Presidente ad esternare le nostre preoccupazioni. Parlo dell’amministrazione  tutta  e di decine e decine di imprenditori balneari  in grande difficoltà e, ancora, di cittadini pronti alla cultura del sacrificio, ma con la speranza di un sostegno concreto e la consapevolezza di un aiuto che stenta ad arrivare.
Noi siamo disposti al sacrificio per quest’anno, ma  lei, ancora una volta, ci tarpa le ali anche per il futuro, avendo dirottato i fondi della regionale 8 Taranto-Avetrana  sull’emergenza Covid-19.
Capiamo l’emergenza, ma perché tagli sempre a Taranto, perché rischiare di bloccare ancora una volta questa arteria fondamentale per lo sviluppo turistico, ma anche per la viabilità quotidiana  di tutto il tacco?
In contrasto al suo invito rivolto ai turisti di tutta Italia a prenotare per questa estate le vacanze da noi, ancora oggi per decreto la mobilità InfraRegionale resta bloccata, e senza alcna certezza per il futuro. Non sarebbe il caso di aspettare decisione future ed iniziare programmare un turismo di prossimità ?
Lei Caro Presidente  ha proposto di effettuare i controlli con gli elicotteri, ma le chiediamo, serviranno pure per far decollare i turisti visto che non abbiamo strade adeguate al flusso registrato durante le scorse stagioni? Flusso che le nostre spiagge possono contenere, a differenza delle  arterie stradali che le collegano.
Per questo è fondamentale che si mettano subito in campo delle misure straordinarie, come è straordinario il momento di crisi che stiamo affrontando, limitarsi a consentire interventi di manutenzione degli stabilimenti e l’adozione di misure di contrasto al contagio da Coronavirus, sono a nostro avviso delle misure poco chiare  e dispendiose in un momento di assoluta incertezza e addirittura controproducenti qualora tra qualche settimana dovesse imporsi nuovamente il lockdown, paura  che attanaglia tutti gli imprenditori balneari. Fate i vostri studi, fissate delle prescrizioni, e noi le rispetteremo. Ascoltiamo i nostri imprenditori  balneari quotidianamente  facciamo nostre le loro legittime richieste. Ma lei li ha ascoltati? Ci risulta abbia istituito una task force per il turismo, chi vi partecipa in rappresentanza del nostro territorio?
In merito alle spiagge pubbliche, invece, qualora  a seguito di nuovo decreto Ministeriale dovessimo adottare misure restrittive  per il controllo degli ingressi e dei flussi al loro nterno, il Comune ha necessità  di un sostegno attraverso l’impiego di  personale addetto al controllo. Anche per questo, non sarebbe il caso di ascoltarci anzichè decidere tutto lei a Bari?
 In un momento storico come questo, abbiamo più che mai bisogno di sostegni e aiuti concreti da parte dell’organo legislativo Regionale, la nostra economia  si basa soprattutto sullo  sforzo e l’impegno  dei piccoli imprenditori, il Turismo in Italia muove il 13-15% del PIL nel nostro Paese e in Puglia la percentuale sale di parecchio: Lei stesso dice sempre che negli ultimi anni siamo tra le mete preferite come ribadito anche dal National Geographic.

Anche se molte misure dipendono dal Governo e non la Regione Lei Presidente se è su questo che vuole puntare, non può non farsi carico delle istanze e delle richieste degli imprenditori balneari e dei comuni rivieraschi. Abbiamo bisogno di sapere da Lei oggi, come dobbiamo organizzare il domani. Senza prese in giro, o inviti roboanti, nei limiti di ciò che l’emergenza ci impone e che con responsabilità abbiamo rispettato”.

 

 

Il Sindaco di Pulsano                                                 Il Delegato allo Sviluppo e alla Programmazione Turistica

Ing.Francesco Lupoli                                                  Antonio Basta

 

2 Commenti
  1. Alberto Altamura 6 mesi ago
    Reply

    Condivido in pieno l’iniziativa degli amministratori di Pulsano, soprattutto in ordine al dirottamento delle risorse finanziarie previste per la realizzazione dell’arteria Pulsano Avetrana in direzione dell’emergenza sanitaria. Non è giusto mortificare sempre il territorio jonico e ritardare ulteriormente la realizzazione di un’opera così importante e, dovrei aggiungere, decisiva per lo sviluppo socioeconomico. Sono anni che si attende fiduciosamente ed ora, senza colpo ferire, si cala dall’alto la mannaia. Qui non si tratta di fare politica o di appoggiare uno schieramento o l’altro, si tratta di difendere un’opera vitale per le popolazioni rivierasche.La cosiddetta litoranea è ormai un’opera desueta, logorata da lunga data, dovrei dire un autentico colabrodo, causa di disagi e di insicurezza stradale. La regionale Pulsano Avetrana darebbe respiro all’intero territorio e farebbe della litoranea una strada di servizio, con innesti utili con la predetta arteria. A questo punto l’invito che rivolgo agli amministratori non solo di Pulsano ma di tutta la zona rivierasca che insiste tra Taranto e Avetrana è quello di chiedere con forza il ripristino di quelle risorse, non appena sia passata questa maledetta emergenza. Non penso che non ci fossero altri modi per recuperare dal bilancio regionale risorse per l’emergenza sanitaria, ma a pagare sono sempre i soliti fessi. Ahinoi!

  2. Paola Gallotta 6 mesi ago
    Reply

    Bravissimo finalmente DATE QUESTE BENEDETTE DIRETTIVE PERMETTETE AGLI STABILIMENTI BALNEARI DI APRIRE CON REGOLE PRECISE MA DI APRIRE IL PRIMA POSSIBILE NO SOTTO NSTAKE
    zI NAMBINI SINO ALLO STREMO NOI VIVIAMO LS LORO QUOTIDIANEITA FINIRANNO IN TOYALE DEPRESSIONE S VIGILSTE GLI UNI SUGLI SLYTI LO STIAMO GIA FACENFO A MAGGIOR RAGIONE LO FAREMOO CON I BAMBINI AVETE RIAPERTO I NEGOZI FI ABBIGLISMENTO DSL 18 E CHE FSCCIAMO CI COMPRISMO I COSTUMI PER METTERLI SOTTO LA DOCCIA DI CASA?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche