26 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Ottobre 2021 alle 22:44:00

Cronaca

Il sistema è attivo ma niente multe. Per ora


TARANTO, 03/12/03 POSTO DI BLOCCO POLIZIA MUNICIPALE DUE VIGILESSE VERBALIZZANO

«Abbiamo notato che gli automobilisti tarantini hanno recepito il messaggio. Dopo l’installazione delle videocamere, quasi tutti rispettano il
divieto di percorrere le corsie dei bus. Non vorrei che i ritardi tecnici nell’attivazione del servizio possano pregiudicare questo importante risultato».

Il rischio, paventato dal Comandante della Polizia Municipale Michele Matichecchia, da noi contattato per provare a fare un bilancio delle multe comminate a chi transitava sulle corsie dei bus, è limitato… nel tempo. Ma procediamo con ordine. Innanzitutto, almeno per ora, non c’è alcun “bilancio”.

Sì, perché il sistema di videosorveglianza delle corsie dei bus non è ancora entrato in funzione. O meglio, così come spiega il Comandante dei vigili «Il servizio è partito ma siamo ancora in una fase sperimentale. Stiamo inserendo nel software tutte quelle categorie che avranno libero accesso a quelle corsie. Ecco, direi che stiamo affinando il sistema. Mancano solo gli ultimi dati».

Matichecchia assicura che è stata ultimata anche la parte relativa alla formazione del personale che dovrà utilizzare l’impianto. Per il momento, però, nessun verbale. «Diciamo che c’è la fotografia, o meglio il filmato, ma non ci sono multe». E veniamo quindi alle “preoccupazioni” del Comandante della Municipale. «Dopo l’installazione delle videocamere, abbiamo notato che quasi tutti i tarantini osservano il divieto, non percorrono le corsie delimitate dalle strisce gialle, evitando di creare traffico nella parte di carreggiata riservata ai mezzi pubblici. Un grande risultato che potrebbe essere pregiudicato da qualche ritardo di tipo tecnico».

Il tutto dovrebbe risolversi «nell’arco di una decina di giorni». Dunque, solo qualche altro giorno di tempo. Poi, gli automobilisti tarantini non avranno più scuse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche