13 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 13 Maggio 2021 alle 18:30:05

Cronaca

Schianto: 2 morti. Lutto cittadino a Roccaforzata


ROCCAFORZATA – “Siamo sgomenti perchè è una tragedia che ha colpito due famiglie di questa comunità e soprattutto perchè le vittime sono due giovanissimi”. Il sindaco Maria Giovanna Iacca stamattina ha proclamato il lutto cittadino per la morte di Ciro La Grotta ed Angelo Di Pinto. Un impatto terribile quello verificatosi ieri pomeriggio. Erano circa le 18 quando due auto, una Ford Focus ed una Seicento si sono impattate. Uno scontro frontale che è costato la vita a due ragazzi. Ciro avrebbe compiuto diciannove anni il prossimo mese di settembre. Studente, viaggiava a bordo della Ford Focus. Angelo, invece, era alla guida della Seicento e per lui non c’è stato nulla da fare. E’ deceduto sul colpo.

Con lui viaggiava anche una giovane diciassettenne di San Giorgio immediatamente ricoverata in ospedale. E’ in rianimazione al SS. Annunziata. Le sue condizioni sono risultate gravi. Si spera per la sua ripresa. Intanto Roccaforzata è in lutto. Piange ancora altre giovani vittime della strada. Due ragazzi comuni che avevano sogni e speranze ancora chiuse nel cassetto. Due ragazzi semplici che amavano la vita e che avevano tante amicizie. Oggi nella sala mortuaria dell’ospedale dove, invece, Ciro è deceduto dopo il trasporto, tanti i ragazzi ed i famigliari che hanno voluto abbracciarsi nella disperazione dettata da questa terribile tragedia. Per la famiglia di Ciro un’altra tragedia. Poco più di un anno fa il giovane diciottenne aveva perso la mamma che, appena quarantenne, è deceduta per tumore. Era diventato, insieme al padre, la colonna della famiglia per le due sorelline minori. Due famiglie conosciutissime in città. Due famiglie di gente comune che lavora. Angelo era in cerca della sua prima occupazione, mentre Ciro era ancora studente. Il destino ha voluto che si scontrassero su quella strada. L’incidente è avvenuto nei pressi di una curva all’altezza del depuratore. Una curva che già in passato aveva mietuto vittime. La strada provinciale è stata allargata da qualche anno, ci ricorda l’assessore ai Servizi Sociali Luigi Cannarile e da allora sembrava più sicura. Ma non meno di un anno fa un’altra giovane donna ha perso la vita proprio nei pressi di quella curva. La sua auto perse il controllo e si andò a schiantare contro un muretto. La dinamica dell’incidente di ieri sera invece è ancora tutta da accertare. Da una prima ricostruzione pare che la Focus viaggiasse in direzione Roccaforzata, mentre la Seicento verso San Giorgio. Resta da capire come si siano scontrate frontalmente. Anche Don Ettore, parroco della chiesa madre di Roccaforzata è fortemente colpito da questa tragedia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche