08 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 08 Maggio 2021 alle 08:30:10

Cronaca

“La legalità conviene anche in economia”


????????????????????????????????????

Tredici incontri in un mese, con oltre duemila studenti di istituti scolastici di Taranto e provincia, per parlare di cultura della legalità economica.

Una iniziativa voluta dal Comando Generale della Guardia di Finanza e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e promossa a Taranto dal comandante provinciale delle Fiamme Gialle, colonnello Salvatore Paiano, per far maturare nei ragazzi la consapevolezza del valore della legalità, con particolare riferimento alla prevenzione dell’evasione fiscale e dello sperpero di risorse pubbliche, delle falsificazioni, della contraffazione e dell’uso e dello spaccio di droga.


Colonnello Paiano come hanno risposto gli studenti.

“Hanno risposto bene manifestando un grande interesse per questi temi così delicati e facendo proprio il motto del progetto “La legalità economica conviene”. Conviene perché non porta vantaggi al singolo ma alla comunità, recuperando fondi che servono per i servizi e per l’assistenza. Lo Stato si regge sulle entrate finanziarie e garantisce fondi per la scuola, la sanità, i servizi pubblici. L’illegalità, invece, danneggia la società, l’economia sana. Con gli studenti abbiano parlato dei danni che causa l’evasione fiscale ma anche le truffe allo Stato come quelle ordite, ad esempio, dai falsi disabili. La Finanza ne smaschera tanti e recupera somme ingenti che negli anni vengono sottratte alla comunità”.

E’ stato spiegato ai ragazzi quale è il ruolo della Finanza nella tutela della libertà economica?
“Si, lo abbiamo fatto e il nostro obiettivo è stato fornire spunti di riflessione su temi così importanti, creare dibattito anche attraverso la proiezione di filmati.

E i ragazzi si sono mostrati molto interessati al nostro ruolo istituzionale. Hanno fatto domande sull’arruolamento, sulle operazioni di servizio e sui nostri reparti, soprattutto su quello Aeronavale che, notoriamente, in una città di mare come Taranto è particolarmente presente”.

Gli studenti hanno fatto domande sulla droga?
“Si, si è parlato molto di uso di stupefacenti ed è stato importante visto che, purtroppo, è un fenomeno in aumento tra i giovanissimi. Ci hanno fatto domande sui rischi che corrono i ragazzi che si “sballano” e noi abbiamo fatto capire loro che l’uso della droga oltre a mettere a rischio la salute, disetrugge gli affetti familiari e causa conseguenze negative anche nei rapporti sociali”.

Le iniziative collaterali del progetto sulla legalità economica?
“E’ stato abbinato un concorso denominato “Insieme per la legalità” il cui scopo è quello di sensibilizzare i giovani favorendo la loro espressione libera e creativa con disegni, foto e videoclip. A fine aprile un commissione composta da esperti della Guardia di Finanza e del Ministero dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca sceglierà i migliori lavori degli studenti che hanno come tema il valore civile ed educativo della legalità economica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche