17 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Ottobre 2021 alle 19:48:00

Cronaca

Ergastolo per Cosima e Sabrina


Carcere a vita per Sabrina Misseri e Cosima Serrano. E’ questa la verità processuale accertata dai giudici della Corte di Assise di Taranto che intorno alle 14,30 hanno letto in aula la sentenza sul caso di omicidio della 15enne di Avetrana Sarah Scazzi avvenuto il 26 agosto 2010.

La presidente della Corte, Cesarina Trunfio ha letto in aula il dispositivo della sentenza: ergastolo per Sabrina Misseri, cugina di Sarah e per Cosima Serrano, madre di Sabrina.

Zio Michele, invece, è stato condannato a 8 anni di reclusione per concorso nella soppressione di cadavere e per furto aggravato del telefonino di Sarah.

La corte ha provveduto alla lettura anche delle altre sentenze nei confronti degli imputati.

Carmine Misseri e Cosimo Cosma, fratello e nipote di Michele Misseri sono stati riconosciuti complici di Zio Michele nella sopressione del cadavere di Sarah Scazzi e condannati a 6 anni di reclusione.

Due anni di reclusione all’ex difensore di Sabrina, Vito Russo, per intralcio alla giustizia.

Per i tre favoreggiatori, la corte ha inflitto un anno di reclusione ciascuno ad Antonio Colazzo e Cosima Prudenzano e un anno e 4 mesi a Giuseppe Nigro, con pena sospesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche