Cronaca

Bancarotta, imprenditore tarantino arrestato


TARANTO – Un imprenditore è stato arrestato, dalla Guardia di Finanza, per bancarotta fraudolenta.

I militari delle Fiamme Gialle del Comando provinciale hanno notificato, stamattina ad un 49enne tarantino una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal gip , dott.ssa Todisco, su richiesta del sostituto procuratore dott. Festa.

Nei guai è finito il titolare di una ditta specializzata nelle carpenteria metallica, che ha sede a San Giorgio Jonico e che è stata dichiarata fallita nel 2007, con sentenza del Tribunale.

Le indagini condotte dagli investigatori dal Nucleo di polizia tributaria, diretti dal maggiore Giuseppe Micelli, hanno consentito di accertare che l’imprenditore tarantino anzichè pagare i creditori avrebbe distratto dalla disponibilità dell’impresa attrezzature, macchinari e arredi per un valore di circa 115mila euro e somme derivanti dall’incasso di crediti presso clienti per complessivi 850mila euro.

Al termine delle indagini condotte dai finanzieri della caserma di via Scoglio del Tonno il reato che l’autorità giudiziaria contesta al titolare dell’impresa di carpenteria con sede a San Giorgio Jonico è stato connotato dall’aggravante del danno patrimoniale di rilevante gravità che è pari a quasi un milione di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche