27 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Ottobre 2021 alle 18:58:00

Cronaca

Aggredisce il padre con l’ascia, arrestato


Una gazzella dei carabinieri

SAVA – Ha aggredito il padre con una accetta da muratore. Nel primo pomeriggio di ieri i carabinieri della stazione di Sava hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia e minaccia aggravata Cosimo Vozza, quarantatreenne di Sava, già sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata.

I militari dell’Arma sono stati contattati telefonicamente dalla vicina di casa dei familiari conviventi dell’uomo che ha posto in essere l’ennesima aggressione nei confronti degli anziani genitori e, solo grazie all’intervento provvidenziale di suo fratello, è stata evitata la tragedia.

Vozza, armato di accetta si è avventato contro l’anziano genitore provocandogli delle ferite lacero contuse ai polsi, ma quest’ultimo, grazie anche all’aiuto dell’altro figlio, è riuscito a disarmarlo.

I carabinieri giunti sul posto hanno immediatamente chiamato i soccorritori del 118 i quali hanno prestato le prime cure alle anziane vittime e, successivamente, hanno dichiarato in arresto il quarantatreenne savese e lo hanno condotto nella casa circondariale di Taranto.

Nel capoluogo jonico, invece, un cinquantacinquenne è stato arrestato dai carabinieri dopo essere evaso dai “domiciliari”.

I militari della stazione di Taranto Principale, nel corso di un servizio di pattuglia nel centro cittadino, hanno proceduto al controllo di un automobilista che, alla loro vista, ha cercato di dileguarsi. All’interno del veicolo i militari hanno immediatamente riconosciuto alla guida Emanuele S., un cinquantacinquenne e già noto alle forze dell’ordine, il quale, essendo sottoposto a detenzione domiciliare, avrebbe dovuto trovarsi a casa.

I carabinieri lo hanno prima condotto nella caserma “Ugo De Carolis” di Viale Virgilio per completare gli accertamenti, poi lo hanno dichiarato in arresto per evasione e trasferito presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, su disposizione del sostituto procuratore di turno, dott.ssa Isceri. Continueranno, incessanti, i controlli della Compagnia Carabinieri di Taranto anche nei prossimi due ponti festivi quello del 25 aprile e quello del 1° maggio.

Sulle strade del capoluogo jonico infatti scatteranno controlli con l’impiego di numerose pattuglie di militari dell’Arma per contrastare i reati predatori e legati all’uso e allo spaccio di droga ma anche le guide pericolose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche