27 Gennaio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Gennaio 2021 alle 15:19:23

Cronaca

Fotocopie anti-crisi, due tipografi nei guai


Denunciati i titolari di due tipografie tarantine, perché vendevano libri di testo fotocopiati. Quello del carolibri per gli studenti é un problema e per questo sempre più spesso ricorrono ai testi fotocopiati.

Ma nell’ultima operazione di Guardia di Finanza e Siae, a contrasto dell’illecita riproduzione di opere letterarie, due persone sono state denunciate all’autorità giudiziaria.

Gli accessi eseguiti presso due centri operanti nel capoluogo jonico hanno consentito di accertare la riproduzione abusiva di testi universitari riguardanti discipline varie. Sono state sequestrate 86 opere letterarie, quali copie in cartaceo e 471 file in formato pdf, riprodotti integralmente per uso non personale e con finalità di lucro, unitamente ad altro materiale informatico utilizzato per l’illecita attività.

I titolari delle copisterie si dovranno rispondere di protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio, che prevedono sanzioni quali la multa e la reclusione oltre a pene accessorie, compresa la sospensione dell’attività commerciale fino ad un anno.

Le attività di contrasto condotte dalle forze dell’ordine hanno riguardato l’intera filiera illegale del “libro”, dalla disponibilità di un magazzino virtuale, costantemente aggiornato attraverso la digitalizzazione abusiva di testi universitari, alla produzione di copie “pirata” dei medesimi testi sulla scorta delle richieste degli studenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche