08 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 08 Maggio 2021 alle 08:30:10

Cronaca

Procura restituisce all’Ilva parte dei prodotti


Prima, timida apertura della magistratura tarantina alla restituzione dei prodotti lavorati sequestrati all’Ilva. 

La Procura di Taranto, infatti, ha disposto la restituzione al siderurgico di una piccola parte dei prodotti lavorati finiti e semilavorati sequestrati lo scorso mese di novembre. Si tratta di un quantitativo per un controvalore di circa 20 milioni di euro destinati alla consegna alla società irachena Oil Projects Company.

Per lo sblocco del quantitativo più consistente (per un valore compreso tra gli 800 milioni ed il miliardo di euro) la Procura ha deciso di girare l’istanza dell’Ilva al Gip Patrizia Dodisco.

Come è noto nei giorni scorsi la Corte Costituzionale ha sentenziato che la legge cosiddetta Salva-Ilva è legittima. Ora i magistrati tarantini attendono il deposito delle motivazioni, mentre l’Ilva insiste per la riconsegna immediata di tutta la merce sequestrata, pena una richiesta di risarcimento danni per circa 27 milioni di dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche