26 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 25 Settembre 2021 alle 22:33:00

Cronaca

Caporalato e lavoro nero, raffica di controlli


Giro di vite dei carabinieri nei confronti del caporalato e del lavoro nero nel settore agroalimentare. I militari del Comando provinciale, in collaborazione con i loro colleghi del Nil, il Nucleo Ispettorato del Lavoro, hanno eseguito controlli a tappeto tra il capoluogo e la provincia all’indomani della riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica in cui erano state messe a punto misure straordinarie di contrasto. 

Due le attività sospese per aver impiegato lavoratori non assunti regolarmente, in percentuale superiore al 20% della forza lavoro.

A Torricella i carabinieri hanno accertato in due distinte aziende agricole la presenza di due extracomunitari per i quali non era stata regolarizzata la posizione lavorativa. Elevate multe per 3.600 euro.

I militari della stazione di Leporano hanno invece proceduto al controllo di un’azienda di allevamento di pollame e commercio di uova accertando la presenza di quattro lavoratori di cui uno irregolare e contestando le violazioni per aver occupato un dipendente non risultante dalla documentazione di lavoro. Sono state applicate sanzioni amministrative per 1.700 euro.

Anche a Castellaneta i carabinieri hanno disposto la sospensione dell’attività di una azienda agricola, con annesso caseificio, in cui sono state accertate violazioni sia in materia di lavoro, per la presenza di un lavoratore non assunto, che di igiene. Nella circostanza sono state elevate sanzioni amministrative per 4500 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche