Cronaca

E’ tutto pronto per il Concertone del 1 maggio


Tutto pronto per il “1° maggio di lotta”, l’evento auto-organizzato dal “Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti” per mercoledì al Parco archeologico delle mura greche.

Il palco é stato montato e questa mattina si é riunita la Commissione Comunale Pubblico Spettacolo per definire altri aspetti logistici. All’incontro, a Palazzo di Città, c’era una rappresentanza dell’assessorato ai Lavori Pubblici, i Vigili del Fuoco, Asl, Agis, Confcommercio e alcuni esperti di acustica.

«Domani andremo ad eseguire un sopralluogo sul posto e controlli del progetto – spiega l’assessore alle Attività Produttive, Cisberto Zaccheo. Il giorno prima dell’evento é quello dedicato al rilascio dei permessi. Stamattina abbiamo individuato le prescrizioni per norma già presenti e quelle alle quali gli organizzatori devono ancora adempiere». Oggi pomeriggio in Prefettura ci sarà anche la riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, dedicato proprio all’evento dell’1 maggio. «Abbiamo predisposto anche un piano del traffico – continua l’assessore Zaccheo – ed interventi a supporto dell’evento. Apriremo alcune aree per consentire il parcheggio, come quella destinata ai camper o l’area di sosta accanto al Palamazzola. Daremo indicazioni anche del parcheggio accanto allo stadio, o di viale Unicef e zone limitrofe».

Da alcuni giorni é stata anche pulita l’area da molti volontari, dagli stessi “liberi e pensanti “ e dai dipendenti Amiu.

Intanto ieri successo ha avuto un’altra iniziativa organizzata dal Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti: una ciclopasseggiata per le vie della città. Alcune centinaia di persone hanno pedalato contro l’inquinamento.

Meno due dunque all’evento del primo maggio. Non un “contro-concerto”: quello di mercoledì a Taranto vuole essere il vero concerto del primo maggio.

Nel giorno della festa dei lavoratori, la mattinata sarà dedicata ai dibattiti; pomeriggio e sera a musica e divertimento.

Tanti gli artisti che lo preferiscono a quello di piazza San Giovanni. Sul palco infatti: Francesco Baccini, Luca Barbarossa, Bonomo, Pierpaolo Capovilla, Chitarre e Tamorre, Diodato, Elio Germano e le Bestie Rare, Fido Guido, Lady Coco, Leitmotiv, Luminal, Fiorella Mannoia, Nadàr Solo, Officina Zoè, Orchestra Popolare Ionica, Michele Riondino & the Revolving Bridge, Sciamano & Mosca 58, Riccardo Sinigallia, Daniele Sepe, Tarentum Clan, The Niro, Giovanni Truppi, Roy Paci, Raf.

Ad aprire il concertone, alle 14, i Sud Sound System. Conducono Andrea Rivera e Valentina Petrini.

Una grande manifestazione organizzata dal Comitato, attraverso iniziative di autofinanziamento. Agli artisti che verranno a Taranto solo il rimborso spese. Ma le cifre per l’organizzazione dell’evento restano top secret.

«Non sappiamo dire quanto abbiamo raccolto, né quanto abbiamo speso finora – ha detto Valentina Castronuovo, portavoce del comitati. Sono molti i costi: alcuni li copriamo grazie alle donazioni di quanti, associazioni e cittadini, sostengono l’evento. Altri li stiamo abbattendo con la forza volontaria delle braccia di chi sta pulendo questo parco, importante dal punto di vista archeologico, ma fino a qualche giorno fa abbandonato e sconosciuto».

Tutto pronto dunque per quella che si preannuncia una giornata di musica e di “lotta per i diritti”, di lavoratori e cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche