Cronaca

Emozioni. A Chiatona il murales di Carlitops, dedicato a Lucio Battisti.

di Annarita Digiorgio

Carlitops, murales Chiatona
Carlitops, murales Chiatona
Un grande murales lungo il muro del famoso sottopasso da cui si accede al Lungomare di Chiatona, residenza estiva dei comuni di Palagiano e Massafra, tra Lido Azzurro e Castellaneta marina.
A farlo sarà Carlitops, l’artista palagianese famoso nella realtà della Street Art,, al secolo Carlo Casamassima. A commissionarlo Domiziano Lasigna, sindaco di Palagiano.
Un lungo muro bianco che accompagna i bagnanti prima di afficiarsi sul lungomare, che gia negli scorsi anni era stato dipinto con dei murales per un festival organizzato nel 2006. Ormai scolorito, necessitava di un restailing, e l’amministrazione di Palagiano ha ben pensato di commissionarlo a Carlitops. Nato nel 1987 proprio a Palagiano, fin da bambino ha utilizzato le bombolette spray per assecondare la sua passione per il disegno. Dopo la maturità artistica si è trasferito a Milano, successivamente ha conosciuto la Street Art e deciso di creare la propria arte realizzando ritratti dipinti a mano di tutti i tipi e l’utilizzo di poster e adesivi. Ha viaggiato per l’ Europa “attacchinando” poster raffiguranti un ritratto di Lucio Dalla, grazie ai quali ormai tutti lo riconoscono.
Tra le sue performance più originali e innovative spicca “La Tigre”, un’opera pubblicitaria commissionata dalla multinazionale svizzera “Tigre Cheese” realizzata a Milano su una superficie verticale 8x15m, realizzata con 13.000 fette di pancarrè tostato. Nel 2014 grazie a uno stage nella fabbrica “Mosaico Veneciano de Mexico” di Cuernavaca in Messico, leader nel settore del mosaico, ha appreso dal maestro Giuseppe Semeraro le tecniche dell’arte musiva per fonderle ai nuovi tipi di grafiche appartenenti alla Street art. Dal 2015 inizia un nuovo progetto dedicato ai pattern e alla decorazione, producendo prima piastrelle e poi tessuti. Dal 2016 dopo un corso di serigrafia con Angelo Milano di “Studio Cromie”, inizia a produrre tessuti e abbigliamento serigrafato utilizzando i pattern, molto colorati, come elemento decorativo, ormai il suo stile distintivo.
A Gennaio 2018 registra il marchio Carlitops per avviare una produzione commerciale dei tessuti e dell’abbigliamento, indumenti distintivi che vende anche nello shop online. Famosi anche i packaging da lui firmati come involucri ai piu rinomati prodotti food del territorio.
Durante l’epidemia, all’inizio per una richiesta e per spirito civico, ha realizzato mascherine d’arte, in cotone e tnt lavabili, a un prezzo economico, di cui  ha cercato di eludere tutte le migliaia di richieste, e che hanno spopolato in tutta la provincia ionica quando mascherine non se ne trovavano.
I suoi murales si trovano davvero in tutto il mondo: Albania, Messico, famoso quello di Sofia Loren realizzato con CHEKOS’ART sulla facciata del centro culturale LOJA in Macedonia.
Quello di Chiatona è di 30 metri. L’artista ha subito pensato a una dedica a Lucio Battisti, che figuerà come gigantografia sul murales. Infatti il grande cantante pop italiano all’apice della carriera venne a Chiatona con la sua compagna, Linda, per trascorrere un mese di vacanza. Chiatona, che per qualcuno non arriva come qualità di offerta turistica alle vicine località balneari dell’arco ionico, in realtà per chi ci vive, ci è cresciuto, e ci torna ogni estate, è davvero, “un’emozione”, come il pezzo del brano scelto da Carlitops per il murales. A corredare la figura, i tipici pattern colorati, firma dell’artista, che lo hanno reso famoso e riconoscibile da tutti.
Annarita Digiorgio
.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche