11 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 11 Maggio 2021 alle 15:46:20

Cronaca

Centri polivalenti per anziani, CoopAeL: riaperto il Centro di Maruggio 


Stanno riaprendo, a mano a mano, i centri anziani presenti sul territorio nazionale. 

Lo stanno facendo dopo tre mesi di stop, a causa del covid 19, virus che ha colpito maggiormente proprio gli anziani, i più vulnerabili. 

Rispetto delle distanze di sicurezza e applicazione di tutte le norme igieniche e sanitarie per contrastare la diffusione del Sars-Cov 2, sono le misure necessarie e imprescindibili che si stanno adottando in questi luoghi, poli di socializzazione per gli anziani. 

Il terzo settore è in prima linea in queste attività, rappresentando direttamente un presidio fondamentale, dal punto di vista sociale, sul territorio. 

Ad annunciare la riapertura di un Centro Polivalente per Anziani che, seppur a distanza, coordina e gestisce è la Cooperativa Sociale Ambiente e Lavoro Onlus (CoopAeL). La CoopAeL, realtà romana presente con vari servizi destinati alle cosiddette “fasce deboli” della popolazione da più di anni nella capitale, è partner nel Centro Polivalente per Anziani a Maruggio, in provincia di Taranto, insieme alla Mediterraneo Società Cooperativa Sociale Onlus che gestisce le attività da vicino. 

A parlare della CoopAeL è stato il Presidente Costantino Giustozzi che ha detto: “Siamo contenti di poter annunciare l’apertura del centro, luogo fondamentale per molte persone che abitano nella provincia di Taranto. Si ripartirà, garantendo la sicurezza, con attività ricreative, artistiche e motorie che stimolano l’attenzione e le capacità degli anziani iscritti al Centro. Si susseguiranno, come in passato, laboratori di ceramica, di cucina, incontri e altre attività di socializzazione all’aperto. Sono due anni che siamo attivi presso il presidio sociale pugliese e ringraziamo i nostri operatori per il supporto che offrono costantemente. È importante, dopo mesi di totale isolamento, garantire alle persone occasioni di socializzazione e interazione. Per farlo ci attiviamo, come sempre, con il massimo delle nostre disponibilità e con tutti gli strumenti possibili”. 

La CoopAeL gestiva un centro polivalente anche a Roma, a via della Cecchina. Il desiderio di CoopAeL è quello di poter ripristinare il servizio che offrivano nella capitale:”Vorremmo ripartire anche qui, a Roma, con le attività del Centro Polivalente per Anziani che era presente al Parco della Cecchina, in zona Talenti. I centri anziani sono un presidio e un punto di appoggio fondamentale per noi che, quotidianamente, ci occupiamo di assistenza domiciliare per gli anziani e siamo promotori di molti servizi a loro dedicati. Speriamo che anche l’Amministrazione capitolina ci dia la possibilità di continuare con il nostro lavoro sul territorio. Serve continuità e fiducia da parte di chi usufruisce del servizio. Roma ha bisogno di molteplici poli dove è forte il senso di comunità e dove nessuno viene lasciato indietro, ma posto in prima linea. Quando si parla di cure e assistenza per gli anziani, troppo spesso ci si dimentica che un lato fondamentale del sostegno è quello relazionale. Con le nostre attività cerchiamo, come sempre, di mettere al primo posto la persona con i suoi bisogni e desideri. Nessuno deve rimanere solo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche