Cronaca

A Taranto Talsano vandali contro pensilina Amat


 

Anche nel trasporto pubblico locale l’Amministrazione guidata dal Sindaco Rinaldo Melucci è impegnata a trasformare Taranto in una città moderna e vivibile, non solo attraverso nuovi e importanti progetti, come le linee veloci BRT, ma anche con interventi a favore dei tanti cittadini che ogni giorno utilizzano gli autobus di “Kyma Mobilità – Amat”.

Tra questi l’installazione, alle fermate, di un centinaio di nuove pensiline che riparano dal sole e dalla pioggia i cittadini che aspettano l’autobus, ognuna dotata di una comoda seduta metallica e di tre cestini per la raccolta differenziata dei rifiuti.

È un intervento che – avviato da mesi – rientra in un più ampio programma dell’Amministrazione comunale per la riqualificazione dell’arredo urbano della nostra città.

 

La stragrande maggioranza dei tarantini sta apprezzando l’impegno dell’Amministrazione comunale per migliorare Taranto, cittadini contenti di vederla finalmente cambiare in meglio, anche nei quartieri periferici abbandonati da troppo tempo.

Purtroppo però continuano ad esserci incivili e vandali: la nuova pensilina installata da “Kyma Mobilità – Amat” in via Domenico Savino a Talsano, una zona popolosa dove ci sono anche istituti scolastici, più volte è stata oggetto di atti vandalici.

Qualcuno, infatti, di notte “si diverte” a rompere i vetri che proteggono dal vento alle spalle i cittadini che aspettano l’autobus.

Dopo un primo episodio un mese addietro, “Kyma Mobilità – Amat” aveva già riparato i danni facendo installare nuovi cristalli, ma martedì scorso i “soliti ignoti” hanno rotto di nuovo uno dei vetri e poi, nella notte seguente, non contenti ne hanno infranto un altro!

Sull’episodio interviene Paolo Castronovi, assessore alle Società Partecipate, Affari generali e Personale del Comune di Taranto: «questi atti vandalici non solo non ci intimidiscono, al contrario ci convincono che siamo percorrendo la strada giusta, quella di ridare ai tarantini condizioni di vivibilità in tutti i quartieri, soprattutto in quelli periferici».

«Fa bene la nostra società partecipata “Kyma Mobilità – Amat” – ha poi detto Paolo Castronovi – ad intervenire ogni volta ripristinando la pensilina: il nostro non è solo un impegno a favore del decoro urbano, ma è soprattutto una battaglia per combattere quel degrado, sociale e urbano, in cui nasce e si sviluppa l’illegalità»

 

1 Commento
  1. Fabrizio 1 mese ago
    Reply

    Oggi 04 luglio, è stato rimosso il tutto! La delinquenza ha prevalso sulla civiltà! A discapito delle persone che x pochi giorni stavano beneficiando di uno strumento che permettesse loro di riposare e ripararsi dal caldo in attesa dell’arrivo del bus! Aggiungo che, abitando in zona avevo apprezzato la struttura che dava un segnale di voler migliorare e anche esteticamente era gradevole da osservare; compreso i tre contenitori della raccolta differenziata! Sono amareggiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche