17 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 17 Ottobre 2021 alle 20:34:00

Cronaca

Pesca illegale, sequestrati 18 Tonni rossi


Diciotto esemplari di Tonno Rosso sono stati recuperati dalle unità navali della Guardia Costiera di Taranto nel corso dell’attività di pattugliamento costiero.

La Guardia costiera, infatti, ha intercettato due pescherecci iscritti nei Registri tenuti dalla Capitaneria di porto di Taranto, nei pressi dell’imboccatura del porto di Taranto, al rientro da una battuta di pesca.

Durante il controllo sono venuti fuori gli esemplari di Tonno Rosso per un peso complessivo superiore ai 5 quintali. Nessuno dei due pescherecci era autorizzato a questo tipo di pesca che, ricordiamo, è sottoposta a contingentamento da parte della Comunità europea, trattandosi di specie in via di estinzione.

In più tutti i diciotto esemplari rinvenuti si trovavano ancora allo stadio giovanile, con conseguente ulteriore grave danno inferto al ripopolamento della specie.

Tutto il prodotto ittico è stato, quindi, sequestrato penalmente e previo giudizio di commestibilità rilasciato dal medico competente della Asl, intervenuto, donato a diversi istituti di beneficienza, così come disposto della locale Autorità Giudiziaria.

Il Comandante del peschereccio in questione e gli altri membri di equipaggio sono stati denunciati penalmente per pesca e detenzione di esemplari sotto misura, inoltre il solo Comandante del peschereccio è stato anche denunciato per resistenza a pubblico ufficiale, a causa del comportamento tenuto nel corso dell’attività di controllo condotta dai militari.

In più, considerato che comunque l’unità da pesca non era autorizzata a pescare questo tipo di specie ittica, al Comandante del peschereccio è stata anche contestata la relativa violazione amministrativa, con sanzione pecuniaria pari a 12.000 euro, oltre all’attribuzione di 12 punti sia al Comandante stesso che all’armatore dell’unità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche